menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roberto Caon e i risarcimenti negati per i danni del maltempo di luglio: «Dimenticati da Roma, come sempre»

«I parlamentari padovani e veneti di Lega e 5 stelle sembrano dormire. Per poi svegliarsi e tornare a far promesse alla prossima calamità che colpirà la nostra terra», ha dichiarato il deputato di Forza Italia

La politica ha tenuto un basso profilo, va detto, sulla questione dei risarcimenti negati alle province venete per i danni del nubifragio di luglio scorso. Dall'amministrazione a parte le parole dell'assessora Benciolini, da Palazzo Moroni non è uscito nulla. Qualche voce più fortemente critica arriva invece dal deputato di Forza Italia, Roberto Caon. 

La critica di Caon

Ecco nello specifico le dichiarazioni che ha rilasciato il deputato di Forza Italia, Roberto Caon,  sull'argomento: «La notizia che il governo abbia rifiutato di risarcire i padovani colpiti dal violento nubifragio del luglio scorso addolora, ma purtroppo non stupisce. Siamo infatti tristemente abituati a vedere ignorati da Roma i disastri che avvengono sul nostro territorio, mentre gli stessi eventi ricevono grande attenzione quando avvengono ad altre latitudini. Questi 7,2 milioni di danni saranno quindi ancora una volta pagati dai cittadini che li hanno subiti. E purtroppo non saranno gli ultimi: resta infatti altissimo il rischio idraulico per interi quartieri della nostra città, come tutta la zona di Forcellini, destinata a venire sommersa in caso di forti piogge. La soluzione esiste ed è sul tavolo da tempo: finanziare il completamento dell'Idrovia Padova-Venezia, che metterebbe definitivamente al sicuro il territorio di tre province. Ma su questo, come sui risarcimenti per il disastro di luglio, i parlamentari padovani e veneti di Lega e 5 stelle sembrano dormire. Per poi svegliarsi e tornare a far promesse alla prossima calamità che colpirà la nostra terra».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento