Politica Rubano

Rubano, l'accoglienza raccontata con un murale

Gli alunni della scuola secondaria di primo grado e i titolari di protezione internazionale ospiti del progetto Sprar/Siproimi realizzano assieme un murale sull’accoglienza. Boogie EAD e André Roulé gli street artist che guideranno i lavori

Mercoledì 16 ottobre, dalle 14:00 alle 18:00, presso la scuola media in via Rovigo, gli alunni delle scuole secondarie di secondo grado di Rubano e i titolari di protezione internazionale ospiti del progetto Sprar/Siproimi, realizzeranno un murale sul tema dell’accoglienza vista da diversi punti di vista. Il Sindaco Sabrina Doni e l’Assessore alle politiche sociali Stefania Donegà saranno presenti dalle 17:30 per ammirare l’opera finita e per congratularsi con i giovani artisti.

Progetto Sprar

Questa idea nasce nell’ambito del progetto Sprar, recentemente rinominato Siproimi (Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per minori stranieri non accompagnati) che il Comune di Rubano ha attivato dall’agosto del 2016. «L’obiettivo è quello di abbattere la diffidenza e favorire la conoscenza reciproca fra i nostri ragazzi e i beneficiari dello Sprar - dice il Sindaco Doni – Lavorare assieme ad un obiettivo comune, scambiarsi idee e progetti facilita la vicinanza e può far nascere anche nuove amicizie».

Boogie EAD e André Rulé

Due gli street artist che hanno aderito con entusiasmo a questa iniziativa: Boogie EAD e André Roulé, entrambi padovani e veterani dell’arte dei graffiti e noti in città per le loro opere. Hanno già realizzato un primo incontro con i giovani artisti, guidandoli nella selezione delle idee e dei bozzetti; mercoledì aiuteranno i ragazzi a realizzarle. Il tutto coordinato e realizzato dagli operatori della Cooperativa Città Solare, Ente gestore capofila del progetto Sprar/Siproimi.

Politiche sociali

«Abbiamo voluto intitolare questa iniziativa L’Arte dell’accoglienza perché mai come in questo caso l’arte può aiutare ad esprimere, in maniera immediata, il vero significato di questa parola. Un significato visto da due punti di vista differenti: quello dei piccoli rubanesi e quello dei beneficiari accolti nel progetto Sprar», afferma Stefania Donegà, Assessore alle politiche sociali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano, l'accoglienza raccontata con un murale

PadovaOggi è in caricamento