menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santo, sventato attacco jihadista? "Guardia alta, no allarmi specifici"

Il sottosegretario agli Esteri Mario Giro interviene dopo le affermazioni dei vertici dei servizi segreti del Marocco, secondo cui sarebbero stati sventati attentati terroristici a Padova, Milano e Bologna

Già martedì, il capo della polizia di Padova, il questore Ignazio Coccia, in merito alla notizia di un presunto attacco terroristico al Santo sventato, aveva dichiarato ufficialmente che alla questura "non risulta nulla" in proposito. Ora anche Mario Giro, sottosegretario agli Esteri, a proposito delle affermazioni dei vertici dei servizi segreti del Marocco riportate da "Il Giornale", secondo cui sarebbero stati sventati attentati terroristici a Milano, Padova e Bologna, rassicura: "Come ha già detto il ministro Mogherini, non ci sono allarmi specifici, ma la guardia deve essere tenuta alta".

LO "007" MAROCCHINO. Secondo quanto riportato dal capo dei servizi segreti marocchini, Mohamed Yassine Mansouri, una cellula jihadista sarebbe stata pronta a colpire la basilica del Santo a Padova. Nel mirino dei terroristi islamici, anche la metropolitana di Milano e la basilica di San Petronio a Bologna. La cellula sarebbe stata catturata e neutralizzata.

PRIORITÀ LA CRISI IN LIBIA. "Il momento è difficile - ha spiegato Giro, a margine della presentazione degli Stati generali della lingua italiana - l'Italia è circondata da un arco di crisi che va dalla Libia all'Ucraina: naturalmente la crisi che ci riguarda più da vicino è quella libica e, come ha detto Matteo Renzi, è la nostra priorità assoluta, perché è un Paese che si sta smembrando. Finché gli attori protagonisti della crisi faranno appello alla comunità internazionale, la politica estera italiana li metterà intorno a un tavolo - ha concluso - ed è quello che ha cercato di fare il ministro Mogherini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento