Scuola media Maserà di Padova: è sicura?

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

DOVE STUDIANO I NOSTRI RAGAZZI?

LA SCUOLA MEDIA E' SICURA?

Il movimento 5 Stelle di Maserà, pone all'attenzione della cittadinanza i seguenti fatti.

Questa storia inizia con il terremoto del 20 e 29 maggio del 2012.

L'11 giugno del 2012 viene effettuata la perizia dell'ing. Caicchiolo al plesso che ospita la scuola media di via olimpiadi, nella quale si evidenziano "criticità statiche attualmente non significative, ma che devono essere almeno annualmente monitorate".Per un anno non si è mosso nulla.

Durante la campagna elettorale però il tema della scuola media è stato molto sentito dalla cittadinanza, ragion per cui dopo l'insediamento del nuovo consiglio comunale (dentro al quale i cittadini finalmente possono contare su un consigliere del Movimento), si è svolto l'incontro organizzato dalla dirigenza scolastica, aperto ai rappresentanti dei genitori alla presenza del sindaco e il vicesindaco Volponi, in qualità di assessore alle politiche scolastiche; avvenuto in data 10 giugno 2013, ad un anno esatto dalla prima perizia. Siamo stati informati che ad aprile si era svolta la seconda perizia e che sarebbe stata a pubblica disposizione entro breve tempo, ma così non è stato.

In questa occasione inoltre sindaco e assessore si sono pubblicamente impegnati a far eseguire LA VALUTAZIONE DI SICUREZZAsui rischi strutturali, per la quale si sono prospettati anche dei costi e sulla cui priorità di intervento i vertici amministrativi hanno concordato con i rappresentanti dei genitori.

Non vedendo comparire nessun documento, dopo circa un mese, in data 5 luglio 2013 il gruppo consigliare del Movimento 5 stelle ha presentato una interrogazione sullo "stato dell'arte" della scuola media, nel quale si chiede:

  • "di avere evidenza del documento redatto come esito del monitoraggio"
  • "di avere evidenza sullo stato di avanzamento della procedura di affidamento dell'incarico a professionista qualificato per la redazione della valutazione di sicurezza e di avere evidenza dei costi e dei tempi di esecuzione della stessa"

Ricordiamo che le risposte scritte alle interrogazioni, per statuto e per legge, devono essere evase dall'ente entro 30 giorni dal ricevimento.

Solo il 28 agosto e dopo un sollecito, abbiamo ottenuto la nuova perizia, effettuata sempre dallo stesso professionista (datata 23 luglio, quindi altri mesi persi senza intervenire). La visita tecnica ha indotto il professionista, oltre naturalmente a ribadire le criticità dello scorso anno, a sottolinearne di nuove e non meno potenzialmente pericolose. Ricordiamo in sintesi, estraendo dalla relazione tecnica:

  • "Sostanzialmente il fabbricato presenta la situazione strutturale dell'anno scorso (…) Durante la visita però ho notato un peggioramento dello stato di conservazione delle pareti esterne, dovuto alle infiltrazioni d'acqua nelle microlesioni del calcestruzzo (…) consiglio il ripristino delle lesioni maggiori (…)
  • "Da un esame della copertura ho notato dei ristagni d'acqua (…) Questa situazione potrebbe creare due tipi di problemi, infiltrazioni dal tetto e sovraccarico strutturale dovuto all'effetto vasca" (…)
  • "Le infiltrazioni possono creare situazioni di pericolo" (…)
  • "In copertura sono presenti i lucernari (…) alcuni presentano una diffusa cristallizzazione, in caso di forte grandinata potrebbero rompersi e diventare pericolosi" (…)
  • "Durante l'ispezione ho notato che alcune travi che sostengono il controsoffitto delle aule presentano cedimenti importanti, attualmente ancora non pericolosi, però consiglio di rinforzare il prima possibile queste strutture" (…)
  • E conclude il professionista: " La struttura esaminata attualmente non presenta pericoli strutturali ma visto il mediocre stato di conservazione dei pannelli di tamponamento consiglio il monitoraggio periodico degli stessi (…) inoltre invito ad eseguire presto gli interventi sopra descritti, per la sicurezza globale dell'edificio"

Il gruppo consigliare del movimento 5 stelle è inoltre ancora in attesa di ricevere risposta sulla seconda parte della nostra interrogazione, ovvero quella relativa allo stato di avanzamento sulla redazione della valutazione di sicurezza, e qui siamo ben oltre ai termini di legge, ragione per la quale stiamo valutando di rivolgerci al prefetto.

Infine ci chiediamo che senso può avere, due giorni prima dell'inizio dell'anno scolastico, cominciare i lavori di sistemazione dell'edificio, con tanti lunghi mesi a disposizione passati senza che si muovesse nulla? Forse l'assessore vuole che gli operai facciano il loro intervento con le lezioni in corso? Forse ha già programmato di interromperli immediatamente? O magari pensa in due giorni di sistemare tutto?

Tenuto conto che stiamo parlando della scuola dove passano gran parte del tempo i nostri figli e famigliari, invitiamo sindaco ed assessore a produrre non tanto a noi ma ai cittadini di Maserà finalmente una prova tangibile del LORO AGIRE SERIO E CONCRETO.

Con i cittadini del Movimento 5 stelle in consiglio comunale, la produzione di fumo senza un minimo di arrosto da parte dell'amministrazione comunale sarà immediatamente segnalata e denunciata alla pubblica opinione.

Mantieniti aggiornato sulle nostre iniziative!

Seguici:

Il testo integrale delle due perizie è disponibile al seguente indirizzo:https://www.ilcomunechevorrei.com/index.php/documenti/viewcategory/4

Torna su
PadovaOggi è in caricamento