Sgombero Casa Berta, in tanti per chiederne la riapertura

«Chiusura - spiegano i manifestanti - che ha determinato un deciso passo indietro per la città e per il quartiere Arcella ed in particolare nell’area tra San Carlo e San Gregorio»

Ini 300 persone, secondo gli organizzatori, si trovate in Via Callegari, fuori dai cancelli di Berta, lo spazio occupato sfomberato dalla Questura per mandato di Ater. «Chiusura - spiegano i manifestanti - che ha determinato un deciso passo indietro per la città e per il quartiere Arcella ed in particolare nell’area tra San Carlo e San Gregorio.Abbiamo portato per le vie dell'Arcella lo spirito che anima Berta raccontando, cantando, iniziando a costruire un nuovo inizio là dove volevano mettere la parola fine: ci sono mattoni che soffocano e mattoni costruiscono. Con le sole risorse di decine di mani e teste, in quattro mesi abbiamo costruito centinaia di attività che hanno trovato riscontro e riconoscimento nel quartiere iniziando a ricucire un tessuto sociale frammentato con la necessaria pazienza che necessitano le trasformazioni sociali. Abbiamo imparato in questi mesi che se ci si organizza, insieme, ogni difficoltà può essere superata: così avverrà anche difronte a questo sgombero. Giovani e anziani in piazza insieme, tante persone per strada, alle finestre che ascoltano, che applaudono, persone che avevano frequantato Berta trovandoci una casa, che lo avrebbero fatto in questi giorni,persone che ancora non avevano avuto modo di farlo».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento