menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Loris Scarpa, Fiom

Loris Scarpa, Fiom

Anche le mogli degli operai morti alle Acciaierie Venete al corteo del 28 marzo

Sono attese migliaia di persone alla manifestazione unitaria di Fim, Fiom e Uilm sul tema della sicurezza sul lavoro. Parteciperà anche il sindaco della città, Sergio Giordani

«Giovedì bisogna fermarsi, non si può continuare a morire o ammalarsi di lavoro», questo in sintesi il pensiero di Loris Scarpa quando manca poco alla grande mobilitazione prevista per il 28 marzo a Padova.

Sicurezza è vita

La Fiom ha iniziato questo percorso di sensibilizzazione sul tema della sicurezza sul lavoro coinvolgendo il settore metalmeccanico ma poi si è allargato anche a lavoratori di altri settori, come quelli della logistica. Al corteo unitario di Fim, Fiom e Uilm sono attese migliaia di persone e parteciperà anche il sindaco Sergio Giordani. Sicura anche la presenza e quindi la testimonianza delle donne rimaste vedove dopo l’incidente alle Acciaierie Venete.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ci saranno poi altre famiglie di persone che hanno perso la vita sul posto di lavoro: «Oggi le condizioni sono sempre peggiori, i tempi ristretti e gli  atteggiamenti ricattatori. Invece noi vogliamo portare in piazza la dignità delle persone, perché questo sono prima di essere lavoratori».

sciopero Fiom-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento