menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sinigaglia (PD): «Niente Alta Velocità Brescia-Padova? Toninelli si dimetta. Quest’opera è indispensabile per lo sviluppo del Veneto»

«Questo tira e molla è semplicemente indecente, lo stesso Toninelli a inizio luglio aveva affermato che l’opera sarebbe andata avanti perché sarebbe costato troppo fermarla. Ora l’ennesimo ripensamento»

Il consigliere regionale Claudio Sinigaglia non risparmia critiche al ministro Toninelli sulla questione alta velocità. «Niente Alta Velocità Brescia-Padova? Toninelli si dimetta, è responsabile di aver arrestato un’opera indispensabile per il Veneto».

Richiesta

La richiesta è del consigliere del Partito Democratico Claudio Sinigaglia dopo aver ascoltato le dichiarazioni del professore Marco Ponti, presidente della Commissione costi-benefici Tav. «Ha detto chiaramente che non si farà. Un no ‘grande come una casa’, perché i costi sarebbero ‘molto superiori’ ai benefici’. Non vorremmo che, dopo aver alzato bandiera bianca sulla Torino-Lione, diventasse la Brescia-Padova il fortino da difendere ‘senza se e senza ma’ da parte dei Cinque Stelle, facendo pagare ai veneti il conto dello stop». Poi rincara la dose: «Questo tira e molla è semplicemente indecente, lo stesso Toninelli a inizio luglio aveva affermato che l’opera sarebbe andata avanti perché sarebbe costato troppo fermarla. Ora l’ennesimo ripensamento. Ma perché non chiedono ai pendolari i veri costi della loro confusionaria cialtroneria? La linea Verona-Vicenza-Padova è satura e i regionali devono ogni giorno mettersi in coda ai Frecciarossa o Frecciabianca; l’Alta velocità e il quadruplicamento dei binari sono una necessità irrimandabile. Se il Governo non è in grado di agire, vada a casa».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento