Allarme smog a Padova, Gallani: «Emergenza reale, adottate comportamenti sostenibili»

«In città sono esaurite le mascherine per l’allarme Coronavirus. Spero siano state vendute quelle capaci di proteggere dal Pm10, in tal caso mi dirò sollevata dal fatto che i nostri cittadini le utilizzino. Perchè l’emergenza reale è questa, è l’inquinamento, che nell’ultimo anno ha causato più morti di tutte quelle dovute al virus che arriva dalla Cina»

«In città sono esaurite le mascherine per l’allarme Coronavirus. Spero siano state vendute quelle capaci di proteggere dal Pm10, in tal caso mi dirò sollevata dal fatto che i nostri cittadini le utilizzino. Perchè l’emergenza reale è questa, è l’inquinamento, che nell’ultimo anno ha causato più morti di tutte quelle dovute al virus che arriva dalla Cina». Chiara Gallani, assessora al verde e all'ambiente del Comune di Padova, parte dalla stretta attualità per commentare il passaggio al livello di allerta rosso per quanto riguarda le limitazioni del traffico legate allo smog.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Doppio appello

Aggiunge l'assessora Gallani: «Negli ultimi giorni ho ricevuto molti messaggi da parte di cittadine e cittadini preoccupati della qualità dell’aria e soprattutto delle conseguenze sulla salute. Mamme con i figli con bronchiti ormai croniche, ragazze e ragazzi affaticati nella normale attività sportiva, anziani con problemi che vengono acuiti da queste condizioni. L’inquinamento si vede, si percepisce e incide molto sulle nostre vite». Conclusione con un doppio appello: «Come ogni volta invito tutte e tutti ad utilizzare il trasporto pubblico e limitare gli spostamenti, oltre che tenere basse le temperature in casa e non accendere camini. Al di là dell’ordinanza è importante ognuno di noi adotti comportamenti sostenibili, perché possiamo veramente fare la differenza. Questa volta consiglio anche di non praticare attività fisica all’aperto e di non tenere i bambini nei passeggini, ad altezza scarico delle auto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Gli cade addosso la fresatrice mentre la carica con un muletto: muore imprenditore

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi che tornano a salire

Torna su
PadovaOggi è in caricamento