menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Lega presenta un esposto in procura contro l'assessore Colasio: "Nomine di consulenti poco chiare"

Lo avevano anticipato nel consiglio comunale del 23 luglio scorso, la consigliera Vera Sodero e il suo collega Alain Luciani hanno depositato un esposto alla Procura della Repubblica

Come avevano anticipato nel consiglio comunale del 23 luglio scorso, la consigliera Vera Sodero e il suo collega Alain Luciani hanno depositato un esposto alla Procura della Repubblica per fare chiarezza sulla nomina di un collaboratore dell'assessorato alla cultura, disposta dall'assessore Colasio. 

L'esposto alla procura

Questa la comunicazione che i due consiglieri della Lega hanno inviato dopo essere stati in procura. La pubblichiamo integralmente:

In data 23 luglio il Consigliere Vera Sodero ha interrogato il Sindaco per chiedere maggiori dettagli sulla decisione dell’Amministrazione di provvedere ad un incarico professionale volto a dare maggiore visibilità e rendere più incisiva la divulgazione dell’offerta culturale dell’Assessorato alla Cultura, ritenendo oltretutto necessario e urgente procedere all’impegno di spesa per la figura professionale in questione. 
A seguito dell’attento esame della documentazione richiesta  e pervenuta al Consigliere Sodero, emergevano le seguenti criticità:
- brevissima durata dell’avviso di selezione interna, con il quale veniva chiesto ai Capi settore l’individuazione di una figura idonea allo svolgimento dell’incarico suddetto: pubblicazione 27 marzo, chiusura 30 marzo ore 13, un tempo assolutamente insufficiente per verificare l’effettiva disponibilità o meno delle risorse interne.
- Presentazione del Curriculum Vitae della dott.ssa che ha ottenuto l'incarico, depositato e protocollato il 23.03.2018, 4 giorni prima dell’espletamento dell’avviso di selezione. La circostanza è quanto meno singolare, tanto più considerato che la stessa stava terminando l’attività di stagista presso il medesimo Settore.
- Assenza dello svolgimento della selezione pubblica, giustificata dal Settore per una non meglio precisata esigenza di necessità ed urgenza.    Sul punto, si evidenzia anzitutto che il Regolamento di organizzazione ed ordinamento della Dirigenza allegato alla delibera G. C. n. 92 del 24.02.2015, citato dalla stessa determina, all’art. 47 prevede che l’affidamento diretto sia possibile quando vi sia una “particolare urgenza, da motivare espressamente, tale da non rendere possibile alcun tipo di selezione”. È da precisare che la figura professionale ricercata, ovvero quella  di “assistente alla comunicazione ed alla organizzazione degli spettacoli”,  non pare indispensabile per il Comune di Padova, considerato il gran numero di dipendenti presenti nel Settore e le professionalità di costoro. Inoltre, certamente non era una figura da ricercare in così breve tempo, motivandola come indifferibile, osservato che trattasi di una professionalità creata ad hoc con  questa selezione!
Per tutti questi motivi abbiamo chiesto alla Procura della Repubblica di disporre gli opportuni accertamenti in ordine ai fatti così come esposti e valutare se nei fatti, atti e comportamenti riportati, siano rinvenibili fattispecie penalmente rilevanti procedendo, in caso affermativo, nei confronti dei soggetti responsabili.
Vera Sodero e Alain Luciani , lista Lega Nord Liga Veneta Salvini

esposto-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento