menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tipici tramezzini veneti e il municipio a Padova

Tipici tramezzini veneti e il municipio a Padova

Tramezzini "a sbafo" dopo la giunta "Sprechi vecchia amministrazione" In Comune ufficio spending review

Il vice sindaco di Padova Mosco ricapitola le "spese pazze" di chi li ha preceduti al governo della città: "dopo la giunta mangiavano tramezzini a sbafo". E annuncia una "task force" per risparmiare a palazzo Moroni

Un ufficio per la spending review, con personale interno, che monitori impegni di spesa e determinazioni dei dirigenti. Lo sta istituendo l'amministrazione comunale di Padova. "Ogni centesimo che risparmieremo verrà impiegato nel Fondo straordinario di Solidarietà per i padovani in difficoltà economiche", annuncia il vicesindaco Eleonora Mosco, tracciando un primo mini bilancio di mandato: "In quattro mesi abbiamo fatto molto per ridurre sprechi e spese inutili, ma il lavoro non è concluso, anzi".

"TRAMEZZINI A SBAFO DOPO LA GIUNTA". La vice di Bitonci elenca quindi quelle che considera le "spese pazze" dell'amministrazione Zanonato-Rossi che li ha preceduti al governo della città: "25mila euro per il viaggio della memoria a Norimberga e Berlino, nel 2009. 17.650 euro per il progetto Giardino dei Giusti del mondo, nel 2010. 19.200 per il sito ipadovaoggi, che noi abbiamo chiuso, nel 2011. 16mila per acquisto beni e materiali di consumo per cerimonie, nel 2012. 150mila per spese di gestione consorzio Dmo Padova, nel 2013. Queste sono alcune delle spese del settore Gabinetto del sindaco, comunicazioni e relazioni esterne compiute dalla vecchia amministrazione, cui si aggiungono quelle per i tramezzini del dopo giunta: una volta alla settimana, dopo la riunione, il sindaco e i 12 assessori, che ora sono scesi a 8, mangiavano a sbafo. Gli sprechi che abbiamo scoperto non finiscono qui - aggiunge la Mosco - A titolo di rimborso per le cosiddette 'missioni' degli amministratori, nel periodo 2009-2013 sono stati spesi più di 50mila euro: 10.230 nel 2009, 13.555 nel 2010, 12.223 nel 2011, 6.793 nel 2012, 9.679 nel 2013. Ci sono poi le spese per cerimonie: 205mila euro in tutto. 27mila nel 2009 e nel 2010, 35.774 nel 2011, 33.792 nel 2012, 80.812 nel 2013".

SPESE E RISPARMI A CONFRONTO. "Il sindaco ha rinunciato ad auto blu, carta di credito, computer e telefono di servizio e io ho seguito il suo esempio - sottolinea il vicesindaco parlando invece dell'attuale primo cittadino Massimo Bitonci - Il suo predecessore, prima delle dimissioni, ha ricevuto 6.186 euro nel 2009, 6.574 nel 2010, 6.386 nel 2011, 4.812 nel 2012, 1.149 nel 2013. Ricordo anche che nell'ambito della prima riunione di giunta, subito dopo il nostro insediamento, abbiamo deciso di ridurre l'indennità di sindaco e assessori, mentre Flavio Rodeghiero, con deleghe a Turismo e Cultura, ha rinunciato al 100% della stessa, con un risparmio per il bilancio comunale pari a 66.724 annui – continua il vice sindaco – In quattro mesi abbiamo fatto molto per ridurre sprechi e spese inutili, ma il lavoro non è concluso, anzi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento