rotate-mobile
Politica

Stefani: «Depositate le liste, la Lega è pronta». Boron: «Quello romano è diventato un club privato»

Il deputato Alberto Stefani, commissario della Liga Veneta per Salvini Premier ha annunciato che La Lega ha depositato le liste per le elezioni politiche in programma il 25 settembre. Ma nel partito, in città e in regione, c'è molto malcontento

Il deputato Alberto Stefani, commissario della Liga Veneta per Salvini Premier ha annunciato che La Lega ha depositato le liste per le elezioni politiche in programma il 25 settembre. Ma nel partito c'è molto malcontento soprattutto dopo che è emerso che la Lega, nonostante i tanti amministratori presenti sul territorio, non correrà per la poltrona di Presidente della Provincia lasciando campo libero al sindaco di Padova, Sergio Giordani, civico ma eletto con il supporto del Pd e di tutta l'area di centro sinistra presente in città. Una decisione che ha fatto esplodere il malcontento che è stato manifestato da moltissimi militanti.

Stefani

Alberto Stefani invece appare fiducioso, queste le sue dichiarazioni «I veneti - ha dichiarato Stefani dopo aver depositato le liste - sanno investire nel presente e sono abituati guardare al futuro con fiducia. Le emergenze di questi ultimi mesi minano questa nostra attitudine. La Lega non vuole permetterlo. Ecco perché abbiamo deciso di impegnarci con un programma che, a partire dall’Autonomia, metta davanti a tutto la sicurezza delle famiglie, degli anziani, del lavoro e delle imprese. Il nostro obiettivo è restituire ai veneti la tranquillità nel presente e la fiducia nel domani. Oggi abbiamo depositato la lista dei candidati al Parlamento: donne e uomini che si batteranno per difendere la nostra terra e le nostre legittime aspirazioni. Meno tasse, più libertà, riduzione dei costi dell’energia per famiglie e imprese, lotta all’inflazione, taglio della burocrazia, maggiore sicurezza per le nostre città. Nei prossimi giorni presenteremo, in alcuni luoghi simbolo del territorio, il programma della Lega per ripartire e tornare grandi. Noi crediamo nel Veneto e continueremo a difenderlo». 

Club priveé

«Salvini quando è venuto a Limena aveva fatto una promessa, ribadita poi alla stampa proprio da Stefani: hanno entrambi detto che i candidati del Veneto sarebbero stati scelti dai veneti. Non è andata affatto così. Non c'è stata discussione, niente. Tutto già deciso. Quello di Roma è oramai un club privato alle quali accedono solo poche persone che si contano sulle dita di una mano e decidono tutto per tutti. Lo spirito della Lega è assolutamente un altro», ha dichiarato il consigliere regionale Fabrizio Boron. L'esponente leghista padovano è da tempo che manifesta la sua insoddisfazione, non è il solo in realtà, rispetto alle decisioni che vengono prese del partito: «Trovo tanti sostenitori e militanti delusi. Si lamentano per come è stata persa Padova, senza neppure lottare», dice facendo riferimento alle ultime amministrative. «Si lamentano - continua Boron - di come si è deciso di farsi da parte per la corsa a Presidente della Provincia, perché è evidente che c'è timore che qualche figura possa crescere e, la sensazione, è che è "un rischio" che evidentemente c'è chi non lo vuole correre», dice con una certa amara ironia. «Ma soprattutto - evidenzia Fabrizio Boron - i militanti si lamentano perché si è persa quella che è sempre stata la battaglia prioritaria della Lega, la lotta per l'autonomia». 

I candidati

VENETO 1
Ingrid Bisa 
Gianangelo Bof 
Antonietta Giacometti 
Franco Manzato 

VENETO 2 
PADOVA-ROVIGO 
Alberto Stefani (anche uninominale) 
Arianna Lazzarini 
Viviani Lorenzo 
Federica Pietrogrande 

VICENZA
Erik Pretto 
(Ingrid Bisa) - già candidata uninominale 
Giuseppe Castaman (presidente viacqua vicenza) 
Silvia Covolo 

VERONA
Fontana Lorenzo (anche uninominale) 
Lara Fadini 
Roberto turri 

Senato2

Andrea Ostellari 
(Mara Bizzotto) già uninominale
Mantovanelli (Verona) 
Angela Colmellere

Senato 1
Erika Stefani 
Giuseppe Paolin 
Angela Colmellere (candidata anche in Senato1) 
Germano Rachella

Salvini Stefani Limena Lega-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stefani: «Depositate le liste, la Lega è pronta». Boron: «Quello romano è diventato un club privato»

PadovaOggi è in caricamento