Permesso di soggiorno tassato, Zanonato: “Ingiustizia, va tolto”

Il sindaco di Padova, intervistato dal quotidiano Repubblica commenta la decisione del governo di rivedere l'importo del contributo per gli immigrati: "Era nato solo per lisciare il pelo ai leghisti"

 

Bene fa il governo Monti a ripensare l'importo del contributo per il permesso di soggiorno. Così la pensa il sindaco di Padova, Flavio Zanonato, intervistato dal quotidiano “Repubblica” sulla questione.
 
IL COMMENTO AL VETRIOLO. “La tassa sui permessi di soggiorno era nata solo per lisciare il pelo ai leghisti e va tolta”, ha detto il primo cittadino del Partito democratico.
 
BOMBA A OROLOGERIA. Rispetto alla condizione generale degli immigrati nel Nord Italia, Zanonato ha sottolineato: "Una parte della popolazione, anche quella più povera, li vede come concorrenti. È un sentimento sempre presente ma la politica dovrebbe spiegare che è sbagliato. Il fatto che non riconosciamo elementari diritti ai bambini che sono nati qui, che parlano il nostro dialetto, tifano le nostre squadre, è una bomba a orologeria".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento