rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Politica Monselice

In tremila persone alla fiaccolata di Monselice per chiedere la chiusura della cementeria

"È stata una manifestazione straordinaria. Non di un comitato, non di una parte politica - racconta l'ambientalista Francesco Miazzi - ma di un intero territorio"

Quasi tremila persone hanno preso parte, a Monselice, nella serata di venerdì 11 maggio, alla fiaccolata promossa dal comitato "Cambiamo aria". Anche sindaci del territorio erano presenti, come il primo cittadino della stessa Monselice, Francesco Lunghi, che da qualche tempo ha deciso di sposare la causa del movimento che lotta per la chiusura del cementificio.

Una grande manifestazione

Abbiamo così chiesto a Francesco Miazzi che da anni si spende in questa battaglia insieme a tantissimi che in quella zona protestano contro i rischi che comporta la presenza, ingombrante, di una cementeria a un passo dal centro abitato. "È stata una manifestazione straordinaria. Non di un comitato, non di una parte politica - racconta l'ambientalista Francesco Miazzi - ma di un intero territorio stanco di subire un costante avvelenamento dell'acqua dell'aria e dei suoli. Ora le istituzioni che finora sono state complici o silenti sono chiamate a dare una risposta concreta che ponga un termine di chiusura alla cementeria, impianto insalubre di prima classe. Una chiusura prevista dal piano ambientale del parco colli che doveva trovare applicazione da vent'anni. Provincia e Regione devono schierarsi con i cittadini... altrimenti saranno i cittadini che andranno a far valere in ogni sede le loro ragioni. Per martedì 15 maggio alle 21 al Parco Buzzaccarini abbiamo indetto una nuova assemblea del movimento civico cambiamo aria, per valutare le nuove iniziative da intraprendere". Anche il sindaco Lunghi ha cambiato opinione: "Di fronte alla gravità dei dati emersi prendiamo atto con molta soddisfazione che il Sindaco insieme a tutto il consiglio comunale abbia scelto di raccogliere le istanze dei cittadini, schierandosi apertamente con loro e appoggiando in pieno le loro istanze", ha risposto Miazzi. 

Pfas

Tra i comitati presenti, anche quelli che protestano contro la contaminazione da Pfas, che tocca direttamente la zona di Este e Montagnana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In tremila persone alla fiaccolata di Monselice per chiedere la chiusura della cementeria

PadovaOggi è in caricamento