menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tribunali, dal Consiglio Provinciale no alla chiusura di Este e Cittadella

In base alla legge sul riordino degli uffici giudiziari, anche le sedi dei due comuni medievali potrebbero essere assorbiti da quella centrale di Padova. Il consiglio provinciale ha approvato all'unanimità una mozione per opporsi: "Nessun risparmio e giustizia lumaca"

Fa discutere la legge sul riordino degli uffici giudiziari proposta dal Governo. In virtù di tale provvedimento anche le sedi distaccate di Este e Cittadella potrebbero essere cancellate e assorbite dal tribunale centrale di Padova.

OBIETTIVO DEL GOVERNO. Obiettivo? Diminuire i costi di gestione e aumentare l’efficienza della Giustizia.

NO DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Un provvedimento che il consiglio provinciale respinge con forza attraverso la mozione approvata all’unanimità nella giornata di giovedì.

NESSUN RISPARMIO. Stando alla mozione, infatti, non solo i Comuni interessati ma anche lo Stato non beneficerebbero affatto dell’accorpamento per diversi motivi. Innanzitutto i costi: spostare una tale mole di personale nei soli uffici di Padova comporterebbe un necessario ammodernamento delle strutture, compresa l’impiantistica generale e telematica, e una necessaria riorganizzazione dei presidi delle forze dell’ordine e degli uffici finanziari.

GIUSTIZIA LUMACA. In secondo luogo: la giustizia lumaca. Eliminando degli uffici efficienti, denuncia il consiglio provinciale, si rischia di aumentare l’inefficienza del sistema andando a saturare il tribunale centrale con le migliaia di cause pendenti in tali tribunali (circa 7mila solo a Cittadella). Non solo: si aggiungerebbero gravi disagi in termini temporali e logistici sia per gli operatori coinvolti sia per i cittadini stessi.

SPECIFICITA'. Infine, se andiamo ad esaminare con la lente di ingrandimento ciascun tribunale il consiglio estrapola altre motivazioni più specifiche: il fatto che alle sedi competono anche la trattazione della volontaria giurisdizione, oppure che vi sono le Sezioni UNEP con gli Ufficiali Giudiziari, recentemente per altro restaurate, o ancora che in ciascuna sede operano i giudici di Pace dei Comuni vicini (nel caso di Este c’è anche Monselice e Montagnana, nel caso di Cittadella anche Camposampiero).


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento