menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tribunali, Pan e Bitonci: "Sezione staccata di Cittadella resterà aperta"

Su intervento del deputato leghista nei pareri della Commissione Giustizia di Camera e Senato sugli accorpamenti è stato tolto il comune padovano. Il sindaco: "Per 5 anni almeno la sezione dovrebbe continuare a funzionare"

“Per cinque anni almeno, la nostra sezione dovrebbe continuare a funzionare”. Con queste rassicuranti parole Giuseppe Pan, sindaco leghista di Cittadella, commenta il risultato appena ottenuto dal suo predecessore, oggi suo vice nonchè parlamentare del Carroccio Massimo Bitonci. Il deputato è infatti intervenuto riuscendo a far sostituire il nome di "Cittadella" con un'indicazione più generica nei due pareri delle commissione Giustizia di Camera e Senato in merito al riordino del sistema giudiziario. Il primo parere, emesso dal Senato, recitava: “E' il caso (...) del tribunale di Bassano del Grappa, costituito da una superficie di 3500 mq, per il quale l’erario ha speso 12. milioni di euro destinati al completamento della città della giustizia. In tal caso si potrebbe procedere anche all’accorpamento di territori limitrofi omogenei, quale, ad esempio, Cittadella”. Di fatto dal testo sono sparite le ultime 4 parole.

CONSIGLIO PROVINCIALE: NO A CHIUSURA DI ESTE E CITTADELLA

IL SINDACO. “Prioritaria è la difesa del nostro territorio e di tutti i suoi servizi – aggiunge il primo cittadino Pan – Tale struttura a servizio dei cittadini deve rimanere a Cittadella. Oltre a tutta l’attività giudiziaria civile e penale, è di fondamentale importanza il delicatissimo ambito trattato dal giudice tutelare, senza il quale molte persone sarebbero costrette a fare chilometri, con le ovvie spese conseguenti. A breve, con l'onorevole Bitonci, incontrerò il presidente del Tribunale, per trovare insieme le possibili soluzioni alternative che possono essere adottate nell’ambito della ristrutturazione del sistema giudiziario, che comunque va fatta”.

L'ONOREVOLE. “Non sono contrario al mantenimento del tribunale di Bassano – sottolinea Bitonci – al contrario, sono stato proprio tra quelli che l’hanno difeso in sede parlamentare. Una cosa però è difendere Bassano, i bassanesi e la loro automia, ben diverso è invece l’atteggiamento di chi, come è accaduto in commissione Giustizia del Senato, assume decisioni autonomamente, senza sentire i rappresentanti del territorio, i sindaci, gli avvocati e le comunità del cittadellese e del camposampierese a cui fa riferimento la sezione distaccata di Cittadella. Proprio per questo ho fatto togliere dal parere, e me ne assumo tutta la responsabilità, il nome Cittadella, lasciando un’indicazione più generica. Sarà quindi competenza dei tribunali, delle forze politiche, territoriali e delle associazioni di categoria, farsi parte attiva nel definire le circoscrizioni giudiziarie del padovano e del bassanese, recuperando quindi il tribunale di Bassano, senza che però venga chiusa o aggregata la sezione distaccata di Cittadella".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento