Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica Stazione / Via Diego Valeri, 17

Il Veneto che vogliamo, ecco l'alternativa a Zaia. Lorenzoni: «Non mi candido io ma un movimento»

Si è svolta l'assemblea de "Il Veneto che vogliamo" a conclusione di un percorso di incontri nelle province venete dove realtà civiche, associazioni e società civile hanno discusso metodi per costruire un percorso comune in vista delle Regionali 2020

Si è svolta l'assemble de "Il Veneto che vogliamo" a conclusione di un percorso di incontri nelle province venete dove realtà civiche, associazioni e società civile hanno discusso nei mesi scorsi temi e metodi per costruire un percorso comune in vista delle Regionali 2020. Il percorso è stato spinto da Coalizione Civica e Orizzonti, ha coinvolto molte realtà della Regione e partendo da un appello discusso all'assemblea di martedì 10 dicembre, proseguirà nella costruzione di una lista che si presenterà per sfidare Luca Zaia, grande favorito anche di questa prossima tornata elettorale.

Si è parlato delle questioni strategiche che devono essere al centro del programma, di ipotesi di organizzazione ma non si sono fatti nomi di candidati e non si è parlato di alleanze. Presente anche il vice sindaco Arturo Lorenzoni, che però ha evidenziato che non è sua intenzione, al momento, candidarsi: «Molta gente mi chiedo se mi candido, io per il momento non mi candido a nulla. Chi si sta invece candidando è un movimento». 

cc veneto-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Veneto che vogliamo, ecco l'alternativa a Zaia. Lorenzoni: «Non mi candido io ma un movimento»

PadovaOggi è in caricamento