Virus nei Balcani: Italia off limits per serbi, montenegrini e kosovari

I cittadini di Serbia, Montenegro e Kosovo non possono mettere piede in Italia. Ad annunciarlo è il ministro Speranza che ha spiegato di aver firmato «una nuova ordinanza» con l'aggiunta dei tre Paesi balcanici «alla lista degli Stati a rischio«

I cittadini di Serbia, Montenegro e Kosovo non possono mettere piede in Italia. Ad annunciarlo è il ministro della Salute Roberto Speranza che ha spiegato di aver firmato "una nuova ordinanza" con l'aggiunta dei tre Paesi balcanici "alla lista degli Stati a rischio". Si complica anche la posizione di chi è stato "negli ultimi 14 giorni in questi territori", con il "divieto di ingresso e transito" sul suolo italiano. 

Balcani

Tra gli Stati balcanici i cui cittadini non possono recarsi in Italia c'è anche la Bosnia Erzegovina e la Macedonia. Una decisione, quella presa dal ministero della Salute, che soddisfa la richiesta del vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi. “Dobbiamo riflettere sui dati di questi ultimi giorni - ha scritto Riccardi su Twitter -. Il flusso transfrontaliero con sorveglianze sanitarie diverse ci espone a un contenimento troppo incerto. E questo a rischio di nuovo contagi”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento