Politica

Il volontariato non va in vacanza: la guida estiva ai quartieri di Padova di Comune e Csv

Il progetto “Per Padova noi ci siamo” è attivo anche nei mesi di luglio e agosto con oltre 60 attività raccolte nella nuova guida ai servizi in versione estiva

Il progetto “Per Padova noi ci siamo” è attivo anche nei mesi di luglio e agosto con oltre 60 attività raccolte nella nuova guida ai servizi in versione estiva. Il Centro Servizio Volontariato di Padova e Rovigo, il Comune di Padova e la Diocesi, insieme alle associazioni, i gruppi informali, i cittadini, le Parrocchie, le consulte di quartiere di Padova hanno lavorato in sinergia per offrire un ventaglio di opportunità estive per la cittadinanza, con particolare attenzione alle persone anziane, ai bambini e alle bambine e agli adolescenti. La guida è in distribuzione in tutti i quartieri della città e disponibile in versione digitale

Volontariato

«Chi ha tempo e competenze da dedicare, ad esempio, potrà partecipare alla banca del tempo di “Ci facciamo in quattro”, gruppo informale con base nel Quartiere 4 di Padova. Gli adolescenti potranno invece partecipare allo spazio compiti di Train the vie nell’ambito del progetto del Parco Prandina con Legambiente Padova. Si tratta di uno spazio in cui è presente anche un educatore che lavora sulla motivazione e l'interesse allo studio, proponendo attività individuali ma anche di gruppo. Le persone anziane potranno entrare in dialogo con i più giovani grazie al progetto “GenerAzioni” di Arci Padova con Nadir Aps, Abracalam e Centro Sociale di Mortise che propone per l'estate attività parallele, in diversi luoghi della città – parco delle farfalle, parco Fistomba e piazza Gasparotto -, tra gruppi di over 65 e persone più giovani; una di queste azioni è il club del libro con incontri bisettimanali di letture in gruppo. E ancora non andranno in vacanza attività di sostegno diretto alle famiglie grazie ai gruppi Caritas mentre l’ufficio Attività Creative Terza Età - Settore Servizi Sociali propone attività motorie e ricreative diversificate e diffuse in tutti i quartieri».

Volontariato

Emanuele Alecci, presidente del CSV di Padova e Rovigo spiega «Sono attività pensate per più fasce di età, con particolare attenzione ai minori e agli anziani, anche in dialogo tra loro e che sono frutto di progetti a rete tra diversi soggetti, sviluppati anche grazie all'esperienza del progetto “Per Padova noi ci siamo” che da marzo 2020 non ha mai smesso di essere attivo». Dichiara Marta Nalin, assessora al Sociale del Comune di Padova: «Sulla scia di quanto messo in campo con Per Padova Noi Ci Siamo, abbiamo raccolto le opportunità e i servizi che la città offre con particolare attenzione alle fasce che hanno incontrato più difficoltà nell’affrontare l’emergenza: giovanissimi e anziani. Attività per stare insieme, costruire comunità, trascorrere il tempo in compagnia e riprenderci in sicurezza il tempo e lo spazio». Dello stesso avviso Francesca Benciolini, assessora al decentramento: «Anche qui grande attenzione alle attività nei nostri quartieri, vicine a cittadine e cittadini, perché l’obiettivo della rete di “Per Padova Noi Ci Siamo, ancora” è quello di costruire nuove forme di solidarietà di vicinato. Grazie al CSV e in particolare si volontari e volontarie di tutte le associazioni che animano ogni giorno la nostra città e i nostri quartieri».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il volontariato non va in vacanza: la guida estiva ai quartieri di Padova di Comune e Csv

PadovaOggi è in caricamento