Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Weekend e allarme assembramenti, Bonavina: «Da Zaia mi sarei aspettato più coraggio, riguarda tutte le città venete»

Bonavina: «La mancanza di un provvedimento che coinvolge tutti i capoluoghi è un segnale che autorizza a pensare che l'emergenza è terminata quando non è affatto così. Così si rischia di andare nella direzione sbagliata»

Sono le 12 e 45 quando l’assessore alla sicurezza, Diego Bonavina, incontra la stampa. In contemporanea, nel consueto appuntamento dalla sede della protezione civile di Marghera sta parlando anche il Presidente Luca Zaia. L’assessore Bonavina fa intendere di essere in attesa di sapere cosa deciderà la Regione, se ci sarà un provvedimento per limitare il concentramento di troppe persone nei centri storici delle città e dei capoluoghi veneti. L'assessore spiega quale sia il punto di vista suo e quello dell'amministrazione, che «mette al primo posto la salute pubblica, un provvedimento serve. Altrimenti ci dovrà pensare il Comune, in sinergia con Prefetto e Questore». Altrimenti fa intendere che ci penserà il comune a regolare l'accesso al centro storico per evitare sovraffollamenti pericolosi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bonavina fa capire che le soluzioni sul tappeto per evitare il ripetersi delle situazioni viste il fine settimana scorso, non sono moltissime e che probabilmente si farà in modo di indirizzare le persone a dei percorsi pedonali limitati da transenne. Più difficile chiudere gli accessi alla città per il fatto che si andrebbero a coinvolgere troppi comuni oltre a quello di Padova. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’annuncio da parte di Zaia di consentire ai comuni di scegliere se emettere ordinanze ad hoc coglie di sorpresa l’assessore fino a un certo punto. Non fa nulla però per nascondere l’insoddisfazione e anzi evidenzia come «la mancanza di un provvedimento che coinvolga tutti i capoluoghi è un segnale che autorizza a pensare che l'emergenza è terminata quando non è affatto così. Mi aspettavo più coraggio da parte del Presidente, in questo senso. Così si rischia di andare nella direzione sbagliata».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend e allarme assembramenti, Bonavina: «Da Zaia mi sarei aspettato più coraggio, riguarda tutte le città venete»

PadovaOggi è in caricamento