Raccolta rifiuti: dal primo aprile cambia il sistema di conferimento a Tombolo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Offrire un servizio migliore incrementando la percentuale della raccolta differenziata e continuare a mantenere bassi i costi: è questo l'obiettivo delle modifiche che saranno introdotte dal prossimo 1 aprile a Tombolo, nel servizio di raccolta rifiuti.

Un'iniziativa avanzata dal Comune in collaborazione con Etra, che sta promuovendo in tutti i 48 Comuni in cui gestisce la tariffa rifiuti la "tariffa a svuotamento", un sistema che permette di commisurare i pagamenti alla quantità di rifiuto Secco prodotto, grazie alla misurazione degli svuotamenti tramite un contenitore con microchip.

Già adottato in 32 Comuni e in via di inserimento in altri, il sistema sta già dando ottimi risultati: la riduzione del Secco, unitamente a una buona gestione, ha portato nel 2016 a una diminuzione della bolletta rifiuti del 3,5%.

LE NOVITÁ. Il Secco non riciclabile, per il quale viene introdotta la tariffa a svuotamento, il Vetro e Carta e cartone dovranno essere conferiti in nuovi contenitori, bidoni carrellati da 120 litri.
Anche per il rifiuto Umido sarà consegnato un apposito bidoncino.
Le modalità di conferimento degli imballaggi in plastica e metalli non subiranno cambiamenti (in sacchi trasparenti o semitrasparenti di capacità non superiore a 50 lt), ma la raccolta diventerà quindicinale.

Il contenitore per il Secco sarà dotato di un microchip che registra il numero di svuotamenti e la quantità di rifiuto prodotta. In questo modo sarà possibile realizzare una tariffa sempre più commisurata alla produzione di rifiuti, in linea con quanto previsto dalla normativa.

Dopo un periodo di rodaggio, dal 1° luglio la parte variabile della tariffa rifiuti per le famiglie sarà calcolata non solo in base al numero dei componenti del nucleo familiare, come fatto finora, ma anche tenendo conto del numero di svuotamenti.
Nella tariffa base sarà compreso un determinato numero di svuotamenti annui, rapportato al numero dei componenti; per ogni svuotamento aggiuntivo verranno addebitati 3 euro.

I CONFERIMENTI. Per ottimizzare il numero di svuotamenti è sufficiente esporre il contenitore solo quando è pieno, differenziando al massimo e in modo corretto: il contenitore si riempirà più lentamente e potrà essere esposto solo quando necessario.
La raccolta sarà effettuata ogni due settimane, come riportato in calendario.
In caso di anziani non autosufficienti, disabili e bambini fino a tre anni, il servizio può essere mantenuto settimanale, facendone richiesta, senza addebiti per gli svuotamenti aggiuntivi.

IL RITIRO. I nuovi contenitori possono essere ritirati dal 20 febbraio all'11 marzo negli Etra point a Onara, il 20, 21 e 23 febbraio (9.30-13 e 14.30-17.30) nella sede delle associazioni in via Bernardo Trento e in Municipio il 27 febbraio, l'1, 3, 7 e 9 marzo (9.30-13 e 14.30-17.30) e l'11 marzo (9-12.30).
Negli Etrapoint, grazie al progetto RePlaCe BELT con il contributo del programma europeo LIFE+, sarà possibile anche conferire i rifiuti in plastica rigida che non costituiscono imballaggio e che vanno ad aumentare la quota del rifiuto Secco, come arredi da giardino, bacinelle e secchi, annaffiatoi e giocattoli.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento