Doody’z, a Padova il locale vegano del rugbista Bergamasco e moglie

Lunedì 1 dicembre l'inaugurazione del salad bar in via Manin. Sarà presente anche il famoso giocatore, che con la consorte franco-iraniana ha creato il locale che propone prodotti biologici ed equo-solidali

Mirco Bergamasco con l'insegna del locale (fonte: doodyzbar.com)

Essere vegani a Padova oggi è cosa meno ardua, assieme alla possibilità di trovare un locale che proponga piatti in linea con una dieta che esclude totalmente l'uso di prodotti animali e dei loro derivati. Dopo l'apertura, lo scorso marzo, in via Barbarigo di "Universo Vegano", il prossimo lunedì 1 dicembre è pronto a spalancare le porte in via Manin 18, a pochi passi da piazza delle Erbe, "Doody'z", un salad bar per "colazioni, brunch, pranzi o merende esclusivamente etici".

BIO, EQUOSOLIDALE. Nato dall’idea di Ati Safavi, imprenditrice franco-iraniana e del marito Mirco Bergamasco, il notissimo giocatore professionale di rugby, il locale "eco-chic" propone prodotti provenienti esclusivamente da commercio equo e solidale biologico e/o fairtrade. A dare il nome al locale è Doody, il cane di Mirco e Ati, un simpatico, piccolo e buffo brabantino, goloso di verdura e sempre partecipe delle creazioni culinarie della sua amata padrona. All’inaugurazione sarà presente anche Mirco Bergamasco. In piazza delle Erbe ci sarà uno spettacolo di animazione di alcuni ragazzi travestiti da frutta e verdura, accompagnati da musica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Tremendo frontale tra un'utilitaria e un camion, una donna muore nello schianto

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento