rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Salute

Allo Iov superate le 3000 somministrazioni di terza dose agli oncologici

Benini: «La prevenzione è fondamentale, ancor più adesso che la curva epidemica è in rapida ascesa e a noi sta ancor di più a cuore proteggere i nostri utenti, per tradizione particolarmente fragili ed esposti al rischio di infezione respiratoria»

Sono state raggiunte oggi e superate le tremila somministrazioni della terza dose anti-Covid ai pazienti dell’Istituto Oncologico Veneto. Due settimane fa erano state superate le 6.000 seconde dosi; sabato scorso è inoltre iniziata la campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale, in entrambe le sedi di Padova e di Castelfranco Veneto.

Benini

«La prevenzione è fondamentale, ancor più adesso – sottolinea il Direttore Generale Patrizia Benini - che la curva epidemica è in rapida ascesa e a noi sta ancor di più a cuore proteggere i nostri utenti oncologici, per tradizione particolarmente fragili ed esposti al rischio di infezione respiratoria. Per questo prosegue l’impegno con i nostri specialisti a contattare i singoli pazienti per cui è prevista la vaccinazione direttamente nelle oncologie dove sono in trattamento. Altrettanto importante è costruire attorno a loro un “muro” di immunizzazione, tanto più ora che stiamo vivendo la quarta ondata e arginarla con quanto ci mette a disposizione la scienza è fondamentale». I pazienti vaccinati contro il Covid-19, terza dose sono 2.500 afferenti alla sede di Padova, e 500 afferenti alla sede di Castelfranco

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allo Iov superate le 3000 somministrazioni di terza dose agli oncologici

PadovaOggi è in caricamento