Più forte della malattia rara: bimba di 4 anni dimessa da terapia intensiva dopo 6 mesi di lotta

La bimba triestina di 4 anni, affetta da una malattia - di diagnosi non ancora nota - insorta a giugno 2019 con sintomi neurologici è stata dimessa dalla Terapia Intensiva Pediatrica di Padova

Una notizia che scalda e riempie il cuore, soprattutto di questi tempi: una bimba di 4 anni, affetta da malattia rara, è stata dimessa dalla Terapia Intensiva Pediatrica di Padova dopo un lungo periodo di Ecmo (Ossigenazione extracorporea a membrana) respiratorio.

La cura

La bimba triestina di 4 anni, affetta da una malattia - di diagnosi non ancora nota - insorta a giugno 2019 con sintomi neurologici era stata trasferita i primi di settembre presso la Terapia Intensiva Pediatrica di Padova per approfondimenti diagnostici in seguito ad una insufficienza respiratoria acuta. Il problema si era aggravato al punto di richiedere per 21 giorni l’assistenza dell’Ecmo, una strategia che, utilizzata in Terapia Intensiva Pediatrica dal 1993 e disponibile sul territorio nazionale solo in pochi centri, sostituisce la funzione respiratoria e cardiaca, richiedendo un elevato livello di competenza. Dopo la rimozione dell’assistenza Ecmo, a causa purtroppo di un nuovo peggioramento, vla piccola era stata nuovamente connessa ad un circuito extracorporeo a basso flusso per permettere la rimozione dell’anidride carbonica, durato cinque settimane. Questa tecnica innovativa, chiamata ECCO2R (Extra-Corporeal carbon dioxide removal), ha permesso alla bimba di guarire lentamente, e durante tutta la degenza non si sono arrestate le attività di ricerca sulla malattia che ha portato la bambina a questa gravissima condizione.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le condizioni

Attualmente la piccola respira da sola e mostra un continuo recupero neurologico: non ha deficit cerebrali, riesce a stare seduta, mangia usando entrambe le manine e comincia a muovere anche i piedini. Questo risultato è il frutto di un eccellente lavoro di équipe e di confronto quotidiano di competenze, in particolare di tutto il personale della Terapia Intensiva Pediatrica, della Cardiochirurgia Pediatrica, della Chirurgia Pediatrica, dei Perfusionisti e di tutti gli Specialisti del Dipartimento della Salute della Donna e del Bambino che sono stati coinvolti nella cura. Il sorriso della bambina e dei suoi genitori ripagano tutti della fatica di tutti questi mesi di intenso e durissimo lavoro. La Terapia Intensiva Pediatrica di Padova, diretta dal dr. Andrea Pettenazzo, assiste e cura circa 450 bambini critici all’anno provenienti principalmente dal Triveneto, ma anche dal resto d’Italia. E’ composta da 7 medici strutturati, 8 medici specializzandi, 30 infermieri, 4 operatori e 1 Dottorando di ricerca: un team altamente specializzato nella cura del paziente pediatrico critico, da quando è neonato fino all’età di 18 anni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

  • Incidente a Legnaro, investito un pedone sulle strisce: portato in ospedale con codice rosso

  • Coronavirus, Zaia: «Entro lunedì una nuova ordinanza con restrizioni leggere anti-assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento