rotate-mobile
Covid

Flor: «L'ospedale di Schiavonia continua a garantire i servizi più importanti»

Dopo la protesta il direttore generale della sanità veneta assicura il funzionamento della struttura per ciò che riguarda le operazioni urgenti e necessarie

«All'Ospedale di Schiavonia sono stato invitato, sono andato insieme alla Direzione Strategica dell'Ulss 6, ho incontrato i capi Dipartimento e una rappresentanza dei medici che avevano annunciato la manifestazione odierna: ho discusso 4 ore, non un quarto d'ora, dato garanzie rispetto alla preservazione dell'Ospedale. Da quel momento non sono aumentati i pazienti inviati in Rianimazione tanto è vero che il "Madre Teresa di Calcutta" continua a garantire l'attività di Chirurgia Oncologica, e vengono e saranno garantite molte altre attività, salvo che la curva epidemiologica non registri un'ulteriore grave impennata. Da quel momento insomma noi le promesse le abbiamo mantenute tutte, se quelli che protestano hanno qualcos'altro da dire, prendano carta e penna e ci scrivano». A parlare è il dottor Luciano Flor, Direttore Generale a Sanità e Sociale della Regione del Veneto, che garantisce: «L'Ospedale di Schiavonia continua ad essere l'Ospedale di Schiavonia. Non solo Punto nascita, Ostetricia, Pediatria e Oncologia sono aperte, ma anche le Sale operatorie continuano a funzionare grazie al mantenimento di una Terapia intensiva post-operatoria non-Covid. Continua anche l'attività ambulatoriale, ovviamente compatibile con il Covid-19 e non diversamente dagli altri ospedali della regione. Proseguono l'attività di Cardiologia interventistica programmata, con posti letto dedicati, la Psichiatria, la Dialisi. Insomma - continua il dr. Flor - abbiamo fatto un punto fermo sull'Ospedale dicendo che deve fare il Covid prevalentemente nel suo bacino d'utenza, anche coinvolgendo il Gruppo Abano Terme che si sta dimostrando collaborante. In sintesi, tutto quello che abbiamo concordato è stato mantenuto, quindi non capisco quale sia il motivo della protesta. Alcuni dei presenti oggi alla manifestazione c'erano anche all'incontro di mercoledì, e sanno tutto». La Direzione dell'Ulss 6 Euganea ribadisce ancora una volta la volontà, appena le condizioni epidemiologiche lo consentiranno, di ritornare con la massima rapidità alla piena attività di tutti i servizi, non solo a Schiavonia ma in tutti i nosocomi aziendali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flor: «L'ospedale di Schiavonia continua a garantire i servizi più importanti»

PadovaOggi è in caricamento