Partita la campagna “mammografia solidale” per la prevenzione del tumore al seno

L’Associazione “Amiche per la pelle” Onlus ha presentato i suoi progetti a Padova sabato 30 giugno

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Presentato ufficialmente sabato 30 giugno a Padova il progetto “Mammografia Solidale – Campagna di prevenzione del tumore al seno”, organizzato dall’Associazione Onlus “Amiche per la pelle” con il patrocinio della Rete Città Sane dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Subito dopo la presentazione sono iniziate le mammografie presso il Poliambulatorio Dalla Rosa Prati a Padova.

Prevenzione

Il governatore del Veneto Luca Zaia ha inviato una lettera di plauso all’Associazione “Amiche per la pelle”, che è stata letta in apertura della presentazione, per quella che il Zaia ha definito “una campagna amica delle donne” che coadiuva i percorsi di prevenzione e di cura già presenti nella sanità pubblica. Il Responsabile Scientifico di “Amiche per la pelle” dottor Nicola Balestrieri nel suo intervento ha spiegato che lo scopo della campagna “Mammografia Solidale” è quello di raccogliere fondi per il sostegno dei progetti dell’Associazione “Amiche per la pelle" Onlus, a favore delle donne che incontrano il tumore della mammella e a fronte di una donazione minima di 50 euro offre alle donne asintomatiche tra i 40 e i 49 anni la possibilità di eseguire annualmente una mammografia di prevenzione del tumore al seno utilizzando un mammografo digitale di ultima generazione dotato di Tomosintesi 3D, perché la prevenzione, o diagnosi precoce, rimane lo strumento ad oggi più efficace per ridurre la mortalità per carcinoma della mammella, che è particolarmente elevata in questa fascia di età: le statistiche certificano che il tumore colpisce una donna su otto.

Diagnosi precoce

“Prenditi cura della tua salute: farsi del bene e fare del bene” è il motto della campagna che sottolinea l’importanza della diagnosi precoce. Il progetto nasce come esempio di utilizzo delle risorse del terzo settore ispirandosi alle finalità del nuovo Codice del Terzo Settore, istituito con il D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117, che attua la delega per la riforma del terzo settore contenuta nella legge 6 giugno 2016, n. 106, con questa riforma lo Stato vuole promuovere e favorire l’attività degli Enti del Terzo Settore perché possano raccogliere nella Società nuove risorse, atte a fornire alla popolazione una serie di servizi di utilità sociale in risposta a esigenze particolarmente diffuse come la salute. In questo modo il Terzo Settore può affiancare nell’offerta di servizi l’Ente Pubblico e alleggerirne quindi la spesa, per consentirgli di riallocare risorse dove necessario.

Il personale

Grazie all’utilizzo di personale medico certificato e in possesso dei requisiti nazionali per la specializzazione in senologia, “Amiche per la pelle” garantisce l’applicazione delle metodiche e del percorso diagnostico di qualità previsto dalla più recente normativa nazionale e regionale, con celerità di accesso all’esame e facilità di prenotazione senza impegnativa medica e inoltre garantisce la presa in carico globale della paziente con sospetta neoplasia della mammella e il relativo collegamento con i centri di cura autorizzati della Rete Oncologica della Regione Veneto.

Donazioni

Tutte le persone che aderiranno alla campagna, effettuando una donazione di almeno 50 euro, contribuiranno a sostenere stabilmente i progetti di prevenzione e di umanizzazione delle cure promossi dall’Associazione “Amiche per la pelle”, in più permetteranno ad una donna, da loro indicata, di eseguire gratuitamente un esame mammografico.

Un aiuto a 360°

La Presidente di “Amiche per la pelle” Manuela Tonon e la psicologa Roberta Giomo hanno descritto gli altri progetti della Onlus che spaziano dalla prevenzione presso le aziende (Pink Camper), all’orientamento della paziente nelle fasi di avvio del percorso terapeutico (La Rosa dei Venti), al suo sostegno psicologico durante le cure (Coccole & Bellezza, Fiori d’Acciaio), fino alla ricostruzione del capezzolo con un tatuaggio di altissima qualità effettuato in ambito sanitario (Tattoo & Salute). Tutti i partecipanti alla campagna diverranno soci dell’associazione e riceveranno periodicamente un report relativo all’impiego delle risorse raccolte e ai risultati ottenuti nei progetti così sostenuti.

Il nuovo codice del Terzo settore

La sanità veneta rappresenta un’eccellenza a livello nazionale e internazionale, riconosciuta anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e ora il legislatore con il nuovo Codice del Terzo Settore ha messo a disposizione del cittadino un nuovo strumento che gli consente di scegliere di sostenere le iniziative del Terzo Settore attraverso una erogazione liberale minima di 50 euro e ricevere l’esame di prevenzione del tumore della mammella, godendo inoltre dei nuovi ulteriori vantaggi fiscali stabiliti dalla riforma, perché il cittadino desidera che una parte di ciò che spende in salute, venga utilizzato per sostenere dei progetti che condivide e che ritiene importanti per ridurre il disagio delle donne che incontrano il cancro della mammella, oltre che per prevenirlo. Con l’introduzione di questo nuovo strumento lo Stato lascia alla libera scelta del cittadino se effettuare la prevenzione “spontanea” presso la struttura pubblica, versando un contributo alla spesa sotto forma di ticket, oppure se fruire delle stesse prestazioni da parte di un Ente del Terzo Settore, effettuando una donazione che va a sostenere anche altre attività svolte da quest’ultimo a vantaggio della collettività, liberando in questo modo ulteriori risorse per la sanità pubblica, a vantaggio di tutti.

L'Associazione

L’Associazione Onlus “Amiche per la pelle” ha ricevuto il Premio di Reale Foundation per il progetto Mammografia Solidale, nella categoria Salute & Welfare: prevenzione delle malattie croniche, poiché la Fondazione sostiene iniziative in Italia, Spagna e Cile per favorire le attività di prevenzione, di screening e diagnostica per identificare precocemente i soggetti in condizioni di rischio. Reale Foundation inoltre supporta iniziative volte a fornire sostegno ai pazienti affetti da cronicità, facilitando l’accesso alle cure e la presa in carico di individui vulnerabili e migliorandone la qualità della vita fisica, psicologica e sociale, ambiti in cui si colloca primariamente la mission di “Amiche per la pelle”.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento