menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei laboratori curati dai volontari della biblioteca

Uno dei laboratori curati dai volontari della biblioteca

Racconti, laboratori e attività: a Este la biblioteca accoglie i piccoli alunni delle scuole

Un'ampia offerta per avvicinare i bambini al mondo della lettura: è il progetto comunale attivo fino a giugno con letture e laboratori per gli alunni delle primarie

La ventennale iniziativa nazionale “Nati per leggere” approda anche a Este dove il Comune in collaborazione con la biblioteca civica Ada Dolfin Boldù organizzano una serie di attività per promuovere la lettura rivolte a oltre 500 alunni dall'asilo alla scuola media. Sabato 11 maggio sarà consegnato il kit “Nati per leggere” ai nati nel 2018.

Dai racconti al laboratori al museo

Le proposte sono differenziate in base all'età di bambini e ragazzi, da zero a quattordici anni. Le scuole dell'infanzia partecipano un sabato al mese alle letture ad alta voce destinate a 167 bimbi e curate da volontari e operatori selezionati con la “Contessa Adalgisa” che accompagna i piccoli alla scoperta della storica villa con letture di racconti e filastrocche, anche della tradizione dialettale veneta. Sono 253 gli alunni delle elementari che invece, da marzo a maggio, seguono i laboratori creativi di manualità con operatori e associazioni culturali. Infine sono 100 i ragazzi della scuola media, in particolare delle classi prime, che partecipano a laboratori interattivi in collaborazione con il Museo nazionale atestino, curati dagli archeologi per creare un ponte culturale che unisca lettura e studio.

Progetto in espansione

«Promuovere la lettura nella fascia di età 0-14 significa gettare le basi per l'amore per la cultura e lo studio e contribuire al contrasto della povertà educativa. Imparare divertendosi è il modo migliore per acquisire conoscenza e competenze sociali» ha spiegato il sindaco Roberta Gallana. E la proposta sembra raccogliere il favore di tanti altri istituti: «Arrivano molte dalle scuole di altri Comuni appartenenti alla rete della biblioteca di Este» conclude il sindaco «il personale interno effettua, anche per queste classi, accoglienza e visite guidate alla sede e ai servizi, favorendo ogni attività didattica realizzata dagli insegnanti o insieme a loro». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento