88 borse di studio per gli alunni meritevoli: l'iniziativa nella Bassa

Sono 88 gli studenti meritevoli che hanno ricevuto i premi messi a disposizione della Fondazione Sandro Lucco di Montagnana, l’ente che ogni anno riconosce con borse di studio i ragazzi che frequentano le classi medie e superiori del territorio e che si sono distinti nel precedente anno scolastico

Foto di gruppo per i premiati

Sono 88 gli studenti meritevoli che hanno ricevuto i premi messi a disposizione della Fondazione Sandro Lucco di Montagnana, l’ente che ogni anno riconosce con borse di studio i ragazzi che frequentano le classi medie e superiori del territorio e che si sono distinti nel precedente anno scolastico.

I premiati

In 30 hanno ricevuto un premio individuale, mentre a 58 è stato consegnato un premio collettivo di classe. La cerimonia di consegna, giunta quest’anno alla nona edizione, si è tenuta al Teatro Bellini di Montagnana. Alla manifestazione erano presenti le autorità locali, sia amministrative che religiose. Nel corso dell’evento, è stata consegnata una targa a Ads Musashi Karate di Montagnana, per i risultati ottenuti a livello mondiale, in ambito sportivo. Una seconda targa è stata assegnata, invece, alla memoria del montagnanese Silvano Camon, per l’impareggiabile contributo dato al mondo nel volontariato locale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fondazione Sandro Lucco

La Fondazione Sandro Lucco è stata costituita il 07 ottobre 2008 per espressa volontà testamentaria del cittadino montagnanese signor Alessandro Lucco deceduto il 21 settembre 2005. La fondazione non ha scopo di lucro, ma persegue obiettivi culturali: la promozione, il finanziamento e lo sviluppo di attività nei vari settori, dalla letteratura alla poesia, all’arte, alla musica e in ogni altro settore della cultura nelle forme ritenute più idonee, quali premi biennali di letteratura, mostre, pubblicazioni, convegni rassegne e manifestazioni (ad esempio turistiche, sportive, teatrali, musicali ecc.) curando che per il loro tramite sia mantenuta nel tempo la memoria ed il nome del fondatore. La Fondazione attua il profondo ed encomiabile desiderio di Sandro Lucco di mettere a frutto le fatiche della sua intera esistenza, in modo da giovare alla Città di Montagnana con iniziative di carattere culturale che ne illustrino il nome ed il prestigio. Scopo questo che già in vita Sandro Lucco aveva dimostrato di perseguire, donando al Comune la collezione dei grandi clipei metallici con scorci di paesaggi montagnanesi da lui artisticamente eseguiti in rame e stagno nonché una raccolta di pregevoli arredi d’epoca attualmente conservati in una sala di Castel San Zeno (visitabile su prenotazione).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Le acque del Bacchiglione restituiscono un corpo. Accanto l'auto abbandonata

  • Coronavirus, Navalesi: «In Veneto il virus è clinicamente morto, oggi il problema è sotto controllo»

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

  • Live - Sangue sulle strade. Arrestato l'ex vicepresidente del Padova. Rogo sui Colli

Torna su
PadovaOggi è in caricamento