Lezioni all'aperto per i bambini di Abano grazie al Network Euganeo

Esperienza diretta, esplorazione e scoperta del territorio: questi gli ingredienti di un modo diverso di fare scuola, molto apprezzato da bambini, insegnanti e genitori

Sono quasi 700 i bambini e i ragazzi di Abano, 38 classi di scuola primaria (Pascoli, Busonera e Giovanni XXIII) e secondaria di I grado (Vittorino da Feltre) che hanno partecipato alle lezioni all'aperto promosse dall'associazione Le Colonne d'Abano, nell'ambito del progetto Network Euganeo, progetto selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Questa settimana le ultime uscite.  

Modo diverso di fare scuola

Esperienza diretta, esplorazione e scoperta del territorio: questi gli ingredienti di un modo diverso di fare scuola, molto apprezzato da bambini, insegnanti e genitori. Tre ore a piedi toccando tre punti cardinali di Abano: il Duomo, Villa Bassi e il Montirone. «I ragazzi si sono comportati tutti in maniera responsabile -  racconta Laura Turetta, archeologa e animatrice delle Colonne d'Abano - e hanno apprezzato questa tipologia di lezioni che prevedono l'esperienza diretta e l'osservazione guidata da occhi esperti della realtà che ci circonda per arrivare ad una nuova consapevolezza del luogo che viviamo quotidianamente ma spesso in maniera superficiale». «Abbiamo sostenuto convintamente questa azione del Network Euganeo, è esattamente quello di cui la scuola e i ragazzi hanno bisogno in questo momento: sostegno ad esperienze didattiche che incontrino in sicurezza il territorio, lo facciano conoscere, e regalino ai bambini una bella esperienza  in questi momenti difficili. Senz'altro un'esperienza da ripetere», ha sottolineato Cristina Pollazzi, assessora alla pubblica istruzione e alla cultura di Abano Terme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento