Albignasego: a settembre tutti regolarmente in classe in piena sicurezza

Grazie ai lavori di adeguamento, gli alunni torneranno tutti regolarmente in aula e in mensa: niente didattica a distanza quindi, né pasti consumati in vaschetta al banco

Tutti regolarmente in classe gli alunni di Albignasego, che dal 14 settembre torneranno a scuola per il nuovo anno scolastico: grazie a importati lavori di investimento e adeguamento, bambini e ragazzi seguiranno le lezioni in classe e mangeranno in mensa. Niente didattica a distanza quindi, né pasti consumati in vaschetta al proprio banco.

La priorità

«La sicurezza e il benessere dei piccoli cittadini sono da sempre una priorità per questo Comune» dichiara il sindaco di Albignasego, Filippo Giacinti, «pertanto da mesi abbiamo iniziato un percorso con la dirigenza scolastica per arrivare ad adeguare le nostre scuole in maniera da garantire la presenza in aula a tutti gli studenti di ogni ordine e grado. E’ uno sforzo economico non indifferente, stiamo accelerando il più possibile i cantieri per adattare le scuole alle normative anti-Covid, ma garantiamo che il 14 settembre, allo squillo della prima campanella, tutti i nostri alunni saranno regolarmente a scuola. Il Comune impegnerà infatti 200 mila euro, coperti da un contributo statale per poco meno della metà, 110 mila euro. Uno sforzo che ci impegna notevolmente, sia dal punto di vista tecnico che economico, ma indispensabile per garantire un rientro a scuola più normale possibile, a differenza di tanti Comuni, costretti ad allestire aule al di fuori degli edifici scolastici oppure a ripiegare sulle lezioni on line».

Aule più ampie

Qualche cambiamento è stato comunque inevitabile: adattando degli spazi interni, saranno ricavate alcune aule più ampie, che consentano la giusta distanza tra gli alunni utilizzando soprattutto le biblioteche esistenti attraverso interventi di edilizia leggera. In altri casi, per ampliare lo spazio interno, si stanno spostando in altri locali tutti gli armadi e gli alti arredi che non siano i banchi. Nelle classi in cui i banchi siano di ampie dimensioni, questi saranno sostituiti con tavoli più piccoli, dalle dimensioni di 50 x 60 cm, che il Comune ha appositamente acquistato. In alcune classi la distanza si riesce a garantire orientando la disposizione dei banchi in maniera diversa, pertanto è necessario spostare le lavagne Lim dalla loro posizione attuale. Per la parte esterna, si stanno ricavando dei nuovi percorsi, in maniera da garantire entrata e uscita separate.

I laboratori

«Tutto senza sacrificare palestre o laboratori di informatica, che saranno quindi fruibili come sempre» prosegue il sindaco Giacinti «e soprattutto garantendo l’utilizzo della mensa. Le più recenti indicazioni del Comitato tecnico scientifico hanno confermato che ad Albignasego il servizio mensa potrà essere svolto nei locali tradizionali con l’adozione di opportune turnazioni degli alunni. Gli spazi a disposizione delle nostre scuole eviteranno di far mangiare i bambini in classe o di ricorrere alla soluzione del lunch box (vaschette separate). Continua quindi l’impegno per i nostri piccoli cittadini: un cammino complicato da mille incertezze, ma che continueremo a percorrere a fianco delle istituzioni scolastiche, delle famiglie e di tutti coloro che stanno dimostrando di avere veramente a cuore il futuro dei nostri figli».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento