Dalla Bulgaria a Padova per scoprire la realtà virtuale: visita speciale per 13 studenti

Ad ospitarli l’azienda Uqido, software house specializzata proprio in questo ambito, oltre che nello sviluppo di sistemi di intelligenza artificiale: i giovani provengono dall’istituto tecnico "M. V. Lomonosov" di Gorna Oryahovitsa

Gli studenti bulgari in visita a Padova

La realtà virtuale è un settore per certi versi ancora agli albori, che affascina non solo per i suoi elementi più spettacolari, ma anche per le infinite potenzialità di applicazione. Per conoscere in modo più approfondito questa tecnologia, un gruppo di 13 studenti provenienti dalla Bulgaria è stato ospite a Padova dell’azienda Uqido, software house specializzata proprio in questo ambito, oltre che nello sviluppo di sistemi di intelligenza artificiale, Internet of Things e altre soluzioni software particolarmente avanzate.

L'esperienza

In particolare gli studenti hanno potuto sperimentare l’attrazione di realtà virtuale The Edge - be Brave, fiore all’occhiello di Uqido, che li ha proiettati per qualche minuto in un mondo virtuale ma incredibilmente realistico. Una visita emozionante e spettacolare, dunque, ma anche ricca di contenuto e altamente formativa. A organizzare l’iniziativa è stata Fortes - Impresa sociale, nell’ambito di un progetto di mobilità internazionale finanziato dall’Unione Europea. I giovani visitatori fanno parte di un gruppo più numeroso (30 studenti in tutto) di allievi del terzo e quarto anno dell’istituto tecnico "M. V. Lomonosov" di Gorna Oryahovitsa. Accompagnati da tre loro docenti, si tratterranno in Veneto per 20 giorni, per un programma intensivo di visite presso aziende e istituti scolastici del territorio. In particolare gli studenti che hanno fatto visita a Uquido frequentano l’indirizzo informatico e sono venuti in Veneto per acquisire conoscenze in aree non incluse nel loro percorso scolastico, tra cui crittografia, piattaforme client, stampanti 3D, servizi cloud e posizionamento dei siti web, oltre appunto alla realtà virtuale. Va sottolineato che per Uqido questa visita non rappresenta un evento isolato, ma rientra nell’ambito di una visione più generale della società padovana, che da sempre punta sulla valorizzazione delle proprie risorse (attualmente opera con un team di circa 40 specialisti tra dipendenti e collaboratori), con l’obiettivo di diventare anche un punto di riferimento culturale per il mondo delle nuove tecnologie, grazie a iniziative periodiche e alla partecipazione attiva ad eventi internazionali. Per gli studenti bulgari in visita, dunque, questa esperienza padovana è stata un’occasione per conoscere una realtà imprenditoriale innovativa, dinamica e visionaria, volgendo uno sguardo alle tecnologie che sicuramente influenzeranno il loro presente e il loro futuro.

Realtà Virtuale-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due anni di canone Telepass gratuito per chi risiede a Padova e provincia: l'iniziativa

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • Famiglia si sbronza per "dimenticare" il parente morto: 17enne sviene, i genitori sfondano la porta del pronto soccorso per farlo curare

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

Torna su
PadovaOggi è in caricamento