menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede della Kongsberg a Selvazzano

La sede della Kongsberg a Selvazzano

Selvazzano, congelati i licenziamenti per i 62 dipendenti della Kongsberg

Accordo mediato dalla Provincia per un contratto di solidarietà di un anno per i 62 dipendenti della società scandinava che opera nel settore della progettazione e fabbricazione di comandi per macchinari agricoli, commerciali, industriali e per l'edilizia

Licenziamenti ritirati, ieri, per i 62 dipendenti della Kongsberg Power Products System srl di via Dante a Selvazzano. Con un accordo di solidarietà valido per un anno e mediato dalla Provincia, la multinazionale norvegese che opera nella progettazione e fabbricazione di comandi per macchinari agricoli, commerciali, industriali e per l’edilizia ed è specializzata anche in sistemi elettronici di controllo dei veicoli non lascerà per il momento a casa nessuno.

ACCORDO DI SOLIDARIETÀ. “Mi auguro – ha dichiarato soddisfatto l’assessore provinciale al Lavoro Massimiliano Barison, presente alla trattativa - che possa essere un esempio anche per altre realtà aziendali colpite dalla difficile congiuntura attuale, in quanto il contratto di solidarietà rende possibile mantenere una situazione retributiva più favorevole per i lavoratori e di salvaguardare le professionalità in attesa della ripresa economica”.

ORARIO DIMEZZATO E INTERSCAMBIABILITÀ. Dal 1 settembre al 31 agosto 2012, i lavoratori avranno una riduzione di orario media su base settimanale pari a circa il 54% dell’orario contrattuale. Inoltre saranno attivati corsi di formazione interna per far sì che tutti i lavoratori siano interscambiabili nelle loro mansioni per favorire la rotazione durante la diminuzione oraria.


NUOVO ACQUIRENTE CERCASI. “Il contratto di solidarietà permette un trattamento economico migliore rispetto alla Cassa integrazione – hanno commentato le parti datoriali e sindacali presenti all’incontro – L’azienda mantiene la volontà di delocalizzare, ma avremo un anno di tempo per tentare di salvare l’attività produttiva e il più alto numero di posti di lavoro possibile”. L'azienda si è impegnata a cercare un possibile acquirente che rilevi l’attività di Selvazzano e la Provincia ad organizzare percorsi di outplacement che favoriscano il ricollocamento dei lavoratori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento