social

Cani e proprietari: come comportarsi quando ci sono ospiti in casa per le festività

Manca ormai pochissimo al Natale: la cinofila padovana Laura Lubian spiega come gestire il proprio cane quando ci sono amici e parenti prima e durante i pranzi

Sono iniziate le feste di Natale e le varie cene organizzate in casa, che spesso sono la prova per noi proprietari di quanto i nostri cani siano educati e socializzati. Ci sono cani che non hanno problemi e vivono questi momenti con serenità e allegria e altri invece che hanno bisogno di essere gestiti in maniera diversa perché diventa un momento di disagio o di troppa euforia incontrollata. Prima di tutto cerchiamo di abituarli per gradi a questo periodo di festa senza trovarsi il giorno di Natale nella situazione in cui bisogna isolarli per poter stare in pace. 

Il cibo da tavola

La prima regola è non dare mai cibo al nostro cane mentre stiamo mangiando a tavola se non si vuole avere una presenza costante che ci gira intorno in cerca di ottenere qualcosa, molto spesso abbaiando. Questo vale per i proprietari ma va fatta rispettare anche agli ospiti, che a volte concedono qualche bocconcino non capendo che poi rischiano di rovinare il momento del pasto in casa. Il cane non può capire che ogni tanto potrebbe ricevere qualcosa ma che si tratta di un’eccezione. Una volta che capisce che da tavola si può ottenere cibo lo vorrà anche le volte successive e farà di tutto per mantenere questa abitudine.

I comfort

Un’altra accortezza è quella di insegnare al proprio cane a non salire sul divano e sul letto. Sono comodità a cui il cane può fare a menose ha una comoda cuccia a disposizione. Se gli si insegna che il divano o il letto sono anche suoi, poi potrebbe risultare difficile spiegargli che deve scendere per far posto a degli sconosciuti. Qualche cane accetta di buon grado, altri non scendono e si incastrano tra gli invitati seduti, altri ancora iniziano a ringhiare per ribadire che il divano è loro. Sono situazioni che capitano di frequente e che si possono evitare semplicemente abituando il proprio cane a stare nella sua comoda cuccia e mettendosi insieme a terra sul tappeto per coccolarlo o giocarci.

I saluti alla porta

L’ultimo consiglio è quello di insegnare al cane a rimanere con le quattro zampe a terra quando entrano le persone in casa. Questa brutta abitudine normalmente si crea quando rientriamo a casa, apriamo la porta e il nostro cane ci fa le feste saltandoci addosso. Noi per contraccambiare i saluti lo accarezziamo proprio nel momento in cui lui è agitato e su due zampe. Quelle carezze in quel momento confermano al cane che è giusto saltarci addosso e che a noi va bene. Pensiamo invece a insegnargli fin da subito a farci le feste in maniera più calma. Entriamo in casa e non accarezziamolo se ci salta addosso, piuttosto giriamoci di spalle o aspettiamo che si calmi ignorandolo finchè è agitato. Quando si sarà calmato e non vorrà più saltarci addosso possiamo andare da lui, chinarci e salutarlo mentre ha tutte e quattro le zampe a terra. Un suggerimento è quello di lasciare in ingresso per gli ospiti che entrano una ciotolina con qualche biscottino, chiunque entra potrebbe darne uno al cane se si siede. Così elimineremo anche questa brutta abitudine e per il cane sarà il saluto più gradito che si possa aspettare!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani e proprietari: come comportarsi quando ci sono ospiti in casa per le festività

PadovaOggi è in caricamento