Giovedì, 28 Ottobre 2021
social

Cani e proprietari: come affrontare la notte di Capodanno e i botti dei petardi

La cinofila padovana Laura Lubian fornisce una serie di preziosi consigli e di utili trucchetti per affrontare al meglio una delle serate più temute da chi ama gli animali

Mi state chiedendo in tantissimi come ci si deve comportare con i nostri cani in occasione del Capodanno. Ci sono alcuni proprietari che vivono questa serata con qualche preoccupazione e altri che invece la sottovalutano un po’.

Non teniamoli fuori

Innanzitutto partiamo dal presupposto che tutti i cani vanno tenuti in casa la sera di Capodanno, o in una pensione di fiducia. I fuochi d’artificio sono tanto scenografici per le persone quanto spaventosi per gli animali in genere. Non è per niente una buona idea portare con sé il proprio cane in piazza o in posti all’aperto dove c’è musica a tutto volume, gente che festeggia, scoppia petardi e possono capitare imprevisti di ogni tipo. Anche i cani che normalmente vivono in giardino devono essere messi in un posto tranquillo al chiuso per evitare che scavalchino reti o fuggano via spaventati dai botti.

Un ambiente protetto

Se saremo fuori casa quella notte, un consiglio è quello di chiudere il nostro cane dentro al suo trasportino, se è già abituato a stare dentro per qualche ora. Si sentirà protetto dentro la sua tana e non avrà grossi problemi. In questa maniera evitiamo eventuali momenti di panico in cui potrebbe correre per tutta la casa cercando un nascondiglio e distruggendo tutto quello che trova. Se invece non è abituato a stare dentro al trasportino, si potrebbe preparare una stanza della casa in cui chiuderlo per quella sera. Magari lo mettiamo dove è abituato a stare di più e facciamo attenzione a chiudere bene porte, finestre e persiane. Togliamo tutti gli oggetti che potrebbero essere pericolosi e accendiamo la tv o la radio per nascondere i rumori che arriveranno dall’esterno. Lasciamo anche la luce accesa cosi da non fargli percepire il riflesso dei fuochi d’artificio.

Pasti e passeggiate a guinzaglio

Sarebbe meglio farlo mangiare la mattina o nel primo pomeriggio, poi non diamogli più nulla per evitare eventuali malesseri in nostra assenza. Cerchiamo di portarlo a passeggio durante il giorno per farlo stancare e teniamolo sempre a guinzaglio. Evitiamo di slegarlo o lasciarlo libero anche in zone familiari perché nel periodo di Capodanno potrebbe scoppiare un petardo o succedere qualche imprevisto. Ogni cane dovrebbe indossare sempre la targhetta identificativa attaccata al collare con il nostro numero di telefono, ma in questo periodo è fondamentale.

Mantenere un atteggiamento positivo

Se invece rimaniamo a casa con lui durante il momento dei botti e dei fuochi d’artificio, cerchiamo di comportarci in maniera corretta. Stiamo attenti a non accarezzare il nostro cane se è in uno stato di agitazione altrimenti gli confermeremo che c’è davvero una ragione per cui avere paura. Al contrario cerchiamo di rimanere calmi e allegri, comportiamoci normalmente e magari tiriamo fuori un gioco per distrarlo e far passare in secondo piano i rumori dei fuochi. Il massimo sarebbe organizzare un Capodanno tra proprietari di cani, devo ancora riuscirci anche io ma sicuramente sarebbe un ottimo modo per aiutarsi a vicenda e una serata divertentissima per tutti, umani e non. Foto da Bafoto

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani e proprietari: come affrontare la notte di Capodanno e i botti dei petardi

PadovaOggi è in caricamento