Cani e proprietari: la scelta tra cucciolo di meticcio o di razza, cosa e come valutare

La cinofila padovana Laura Lubian affronta questa settimana il tema di come orientarsi nella scelta del cucciolo con consigli utili e suggerimenti per valutarne la tipologia

Quando si decide di prendere un nuovo cucciolo è importante valutare la tipologia da scegliere in base al proprio stile di vita e all’ambiente in cui si vive, perché la convivenza dovrà essere positiva sia per il proprietario che per il cane.

Un cucciolo di meticcio

Se si decide di adottare un meticcio sicuramente si avrà la fortuna di avere una tipologia di cane unico e ineguagliabile. Il meticcio include un mix di razze il cui numero può variare. Può trattarsi di un mix tra due cani di razze diverse dove in questo caso le caratteristiche fisiche e comportamentali del cucciolo si possono un pochino prevedere considerando le due razze dei genitori. Oppure può trattarsi di un mix di più razze contenute da chissà quante generazioni, in questo caso sarà difficile capire con certezza la storia, la futura taglia, fisicità e le caratteristiche comportamentali del piccolino. In ogni caso chiediamoci sempre il motivo per cui si vuole un cane. Se lo cerchiamo solo per affetto e compagnia allora va bene rivolgere la propria attenzione ad un bel meticcio. Sarà un individuo unico nel suo genere ma sarà necessario capire il più possibile le esigenze di cui avrà bisogno per non avere sorprese quando sarà cresciuto.

Un cucciolo di razza

Se invece si pensa più ad un cucciolo di razza, è importante prima conoscere le caratteristiche di quella determinata specie cosi da essere sicuri di aver scelto la tipologia di cane adatta. Bisogna informarsi bene sulla razza, chiedere informazioni a chi quel cane lo ha già e soprattutto sceglierlo consapevolmente senza seguire eventuali mode del momento. Un cane di razza generalmente proviene da un allevamento in grado di garantire a chi lo acquista che quell’individuo rispetti determinate caratteristiche, riducendo la sorpresa di ritrovarsi con un cane poco adatto. Se per esempio si è degli sportivi, potrebbe essere divertente avere un cane vitale con cui fare sport e condividere i momenti di attività. Se invece si hanno dei figli allora bisognerà informarsi su razze adatte alla vivacità dei bambini e molto legati alla famiglia. Se invece si è poco dinamici o magari si ha una certa età, allora sarà adatto un cagnolino più tranquillo che non ha la necessità di sfogare le proprie energie in continuazione.

A scuola fin da subito

Una volta individuato il cucciolo, indipendentemente se di razza o meticcio, il mio consiglio più grande è quello di frequentare fin da subito una Puppy Class, ovvero delle lezioni di educazione per cuccioli in un centro cinofilo. E’ fondamentale per il cane perché ha l’occasione di socializzare con altre persone, con altri cani e piano piano imparerà le regole base per vivere serenamente insieme al proprietario. Allo stesso tempo il proprietario imparerà a leggere correttamente i segnali che ogni cane trasmette costantemente, a gestire il suo cucciolo al meglio e a creare un rapporto sereno e positivo per entrambi. Foto da Baufoto

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cucciolo Razza-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giordani: «Mia figlia vive un momento delicato, per alcuni giorni mi asterrò da qualsiasi attività pubblica»

  • Il Giro d'Italia arriva a Monselice: strade chiuse dalle 12.30, dodici i comuni interessati

  • Grave incidente sul lavoro al centro raccolta rifiuti di via Montà: morto un operaio

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e nel Veneto

  • Coronavirus, Zaia: «La situazione di oggi è sopportabile, quella di domani non lo so»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento