rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
social Salboro / Via Salboro, 4

Oltre 300 persone per la festa del ringraziamento a Salboro, «il primario rimane un settore strategico»

Domenica 13 novembre, nella parrocchia di Santa Maria Assunta di Salboro, si è tenuta la tradizionale Festa del ringraziamento, organizzata da un gruppo di volontari del posto. Sono intervenuti anche il direttore di Cia Padova, Maurizio Antonini, il direttore generale del Maap di Padova, Francesco Cera, e l’assessore alle attività produttive del Comune di Padova, Antonio Bressa

Rape, finocchi, cavolfiori, porri, radicchi, uova, latte, verze, cipolle, melograni, zucche, kiwi e tanti altri prodotti della terra ai piedi dell’altare. Domenica 13 novembre, nella parrocchia di Santa Maria Assunta di Salboro, si è tenuta la tradizionale Festa del ringraziamento, organizzata da un gruppo di volontari del posto. Presenti oltre trecento persone. Fra gli altri, sono intervenuti il direttore di Cia Padova, Maurizio Antonini, il direttore generale del Maap di Padova, Francesco Cera, e l’assessore alle attività produttive del Comune di Padova, Antonio Bressa.

Festa ringraziamento 2

Le eccellenze

Dopo la messa, il parroco don Cristiano Arduini ha benedetto sia le primizie che i cinquanta trattori parcheggiati sul piazzale della parrocchiale. I tanti fedeli hanno pure potuto pure degustare il pane appena sfornato e il mosto. «Questa iniziativa – ha detto il direttore di Cia Padova, Antonini – richiama i valori fondanti delle nostre comunità. Il primario rimane un settore strategico. Continueremo a portare nelle sedi opportune la questione dell’equo reddito a favore degli imprenditori agricoli». L’assessore Bressa, invece, ha sottolineato che «il quartiere di Salboro rimane a forte vocazione agricola. Siamo chiamati a valorizzare le nostre molte eccellenze».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 300 persone per la festa del ringraziamento a Salboro, «il primario rimane un settore strategico»

PadovaOggi è in caricamento