Inaugurazione del bassorilievo dedicato a Bartolomeo Cristofori al conservatorio Pollini

Il ritratto su marmo dell’inventore del pianoforte, donato dal Rotary Padova Est, sarà esposto nell’atrio

Come evento collaterale straordinario del Festival Pianistico Bartolomeo Cristofori 2020, giovedì 10 settembre alle ore 11 si terrà al Conservatorio di Musica “Cesare Pollini” di Padova l’inaugurazione ufficiale di un bassorilievo dedicato all’inventore padovano del pianoforte Bartolomeo Cristofori, “artigiano artista” finora sprovvisto nella città natale di un monumento che ne onori la memoria, nonostante il cambiamento epocale avviato dalla sua geniale invenzione.

La stele di marmo donata dal Rotary Padova Est sarà esposta nell’atrio del “Pollini”. Alberto Bonandini, Presidente del Club nell’annata 2019/2020 ha avuto la grande idea di far realizzare su marmo l’unico ritratto esistente di Cristofori, rendendo così giustizia al geniale inventore. E non c’è luogo migliore del Conservatorio, con quasi 10 studenti provenienti da tutta Italia e da molti Paesi stranieri, per ospitare questo service.

“Damnatio memoriae”: nessun’altra espressione riesce ad esprimere al meglio la condanna inflitta dal destino ad uno dei più grandi geni della storia d’Italia: Bartolomeo Cristofori. Oggi è quasi sconosciuto ai suoi concittadini e a molti di coloro che suonano sulla sua geniale creazione. L’inventore del pianoforte è stato paragonato per la sua genialità e la sua visione a Leonardo, che simbolicamente rappresenta l’eccellenza, la creatività, l’abilità del popolo italiano, e al grande Stradivari.

bartolomeo-cristofori-storico-700x525-1-2

In realtà questo “artigianista” (un artigiano artista) padovano ha lavorato in una penombra storica, in silenzio per tutta la vita. Se non fosse stato per uno dei più grandi mecenati della sua epoca, Ferdinando I de Medici, forse il pianoforte non sarebbe mai nato e i grandi della musica, da Beethoven a Mozart, da Chopin a Prokofiev, non avrebbero potuto scrivere molta della straordinaria musica che hanno lasciato in eredità al mondo intero.

Oltre 320 anni fa, Bartolomeo Cristofori riuscì con la sua geniale intuizione a creare i prototipi di quello che sarebbe diventato poi uno degli strumenti più amati del mondo, presto copiato e studiato da costruttori di strumenti di tutta Europa e giunto nell’arco di meno di un secolo ad imporsi come lo strumento principe di tutto il Romanticismo.

Dei pianoforti di Cristofori ce ne restano ormai solo tre: uno, che compie 300 anni nel 2020, è conservato al Metropolitan Museum di New York, mentre gli altri due, di poco successivi, sono conservati ai musei di Lipsia e Roma.

A Padova è nato, da alcuni anni, un Festival a lui dedicato, tributandogli un’attenzione decisamente più che meritata. Questa terza edizione è portatrice di una formula innovativa che propone al pubblico un programma itinerante, tra chiostri affascinanti e splendidi cortili dei palazzi nobili della città, fino all’Auditorium Pollini e al bar Blended. Una sorta di contaminazione trasversale tra cultura musicale, ambiente e storia.

Info

Conservatorio di Musica “Cesare Pollini”
Sede Centrale: Via Eremitani, 18
35121 Padova - Tel 049/8750648 - Fax 049/661174
Succursale: Via Bertacchi, 15
35127 Padova - Tel-Fax 049/754419
www.conservatoriopollini.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

https://cristoforipianofestival.it/evento/bassorilievo-10-settembre-2020/

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • Coronavirus, Zaia: «Stiamo iniziando a entrare nel vivo della battaglia»

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento