rotate-mobile
social

Dall'accoglienza ai giovani: il vescovo Cipolla in visita ad Ascom Padova

Monsignor Cipolla ha parlato anche dei migranti: «C’è bisogno di un’accoglienza intelligente e rispettosa, che deve essere progettata e che dal punto di vista umano sia ricca di gentilezza. Al momento ospitiamo 350 persone, a cui si aggiungono le oltre 200 che si trovano in situazione di emarginazione sociale e che da tempo aiutiamo»

Non era mai successo finora: Monsignor Claudio Cipolla è il primo Vescovo di Padova ad aver varcato la soglia della sede provinciale di Ascom Confcommercio per un confronto con i rappresentanti del mondo del terziario di mercato.

Vescovo Cipolla

È accaduto nel pomeriggio di ieri, mercoledì 6 settembre: affiancato da Patrizio Bertin, presidente dell'associazione di categoria, il vescovo Cipolla ha parlato delle tematiche più calde, a partire dall'accoglienza: «C’è bisogno di un’accoglienza intelligente e rispettosa, che deve essere progettata e che dal punto di vista umano sia ricca di gentilezza. Al momento ospitiamo 350 persone, a cui si aggiungono le oltre 200 che si trovano in situazione di emarginazione sociale e che da tempo aiutiamo: il nostro lo stiamo facendo, qualche volta siamo anche noi in difficoltà perché non sempre la cittadinanza è a favore di queste accoglienze. Quindi lancio un appello in merito: raccontiamo le cose belle che ci sono dietro a un gesto di accoglienza, perché non ci sono solo problemi. È bellissimo aiutarsi reciprocamente, dunque diamoci una mano». Il Vescovo Claudio Cipolla ha quindi "abbracciato" i giovani: «Ho la sensazione che i ragazzi di oggi siano delusi: sta a noi educarli e renderli consapevoli».

.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'accoglienza ai giovani: il vescovo Cipolla in visita ad Ascom Padova

PadovaOggi è in caricamento