Sabato, 25 Settembre 2021
social

Maestri artigiani padovani: ecco gli otto imprenditori di Confartigianato Imprese Padova insigniti del titolo

Attualmente, sono 74 gli artigiani ai quali è stato conferito il titolo, di questi 16 operano in provincia di Padova. Tra loro, otto sono associati a Confartigianato Imprese Padova, che li ha affiancati nella procedura di richiesta del titolo. «Ci fa estremo piacere -conclude il Presidente- che otto nostri associati abbiano coronato questo loro successo, saremo pronti a supportate tutti i nostri soci che vorranno predisporre la pratica»

Beatrice Daniele, Antonio Morello, Mirko Destro, Laura Dalla Montà, Roberto Baldina, Andrea Meneghini, Giancarlo Greggio, Sandro Negrisolo sono tra i primi della provincia di Padova ad essere insigniti della qualifica di maestro artigiano dalla Regione Veneto.

La richiesta del titolo

La figura, introdotta dalla nuova legge regionale sull’artigianato, è stata resa operativa con l’approvazione della modulistica (online sul sito della Regione Veneto) per la presentazione della domanda.

Attualmente, sono 74 gli artigiani ai quali è stato conferito il titolo, di questi 16 operano in provincia di Padova. Tra loro, otto sono associati a Confartigianato Imprese Padova, che li ha affiancati nella procedura di richiesta del titolo.

I protagonisti

Antonio Morello si è sempre occupato, fin da giovanissimo, della riparazione di apparecchiature biomedicali ed oggi guida la Morello Service di Albignasego.

Beatrice Daniele è acconciatrice a Montegrotto Terme, figlia d’arte, sia la madre che il padre svolgevano la stessa professione, da molti anni è titolare del salone Otello.

Anche Mirko Destro e Roberto Baldina sono a capo di saloni di acconciatura che vantano una lunga tradizione familiare: il primo è titolare di Parrucchieri Mirko e Ketty di Saonara, il secondo è proprietario de I Baldina, salone che si trova nel centro di Padova.

Laura Dalla Montà è a capo dell’azienda di produzione di capi d’abbigliamento “Confezioni Alice” di Este.

Andrea Meneghini è odontotecnico e svolge la sua professione nell’omonimo laboratorio di via Rolandino a Padova.

Altre due riconoscimenti

Infine, la Regione ha riconosciuto il titolo a due professionisti del mondo dell’autoriparazione: Giancarlo Greggio, titolare della carrozzeria F.lli Greggio di Conselve e Sandro Negrisolo, a capo di “Autofficina meccanica Negrisolo” di Cartura, specializzata nella riparazione dei veicoli industriali e delle macchine agricole.

Ad unire ognuna di queste figure sono tre requisiti fondamentali: un’ampia esperienza riconosciuta nel settore, capacità manageriali d’impresa e trasmissione delle competenze.

Cosa vuol dire essere Maestro Artigiano

«Il concetto di Maestro Artigiano – osserva il presidente di Confartigianato Imprese Padova Roberto Boschetto- è sempre stato inscindibilmente legato a quello di relazione; una relazione che si sviluppava all’interno di una bottega e che si basava sulla trasmissione delle competenze e dei mestieri. Un paradigma che ha portato allo sviluppo delle città e dell’idea stessa di Europa. Un modello che oggi conosce una nuova attualità: nella bottega artigiana, così come nei laboratori delle imprese più innovative, la differenza la possono fare solo le persone, le competenze e le relazioni. Oggi la logica della grande fabbrica, dell’azienda novecentesca e della divisione verticale del lavoro, con netta separazione di ruoli e competenze, è in declino, a favore di una logica più simile a quella della bottega, sia per le dimensioni di tante micro imprese competitive a livello globale, grazie alle nuove tecnologie, sia per l’organizzazione del lavoro non verticistica, ma orientata alla logica della collaborazione e della relazione tra il “Maestro” e i suoi collaboratori».

Non solo un titolo, ma molto di più

In questa cornice, si inserisce la riflessione che Confartigianato ha avviato con la Regione Veneto sulla valorizzazione del ruolo e la valenza sociale del “Maestro”, evitando che a questo corrisponda solo un “titolo onorifico”. «Il titolo di Maestro Artigiano –sottolinea Boschetto- non ha, infatti, solo una valenza di prestigio, ma rappresenta lo strumento attraverso il quale far emergere sia le capacità tecnico professionali degli imprenditori artigiani, sia quella di saper trasmettere a dipendenti e collaboratori, quell’elemento intangibile, il know how che rappresenta la caratteristica peculiare che contraddistingue le imprese artigiane e ne determina il loro successo».

Un successo

La qualifica potrà essere utilizzata, accanto al nome dell’impresa, sull’insegna e sul logo aziendale. È previsto inoltre, l’inserimento della figura del Maestro Artigiano in un elenco regionale dedicato e l’annotazione di questo prestigioso riconoscimento nell’Albo delle imprese artigiane. «Ci fa estremo piacere -conclude il Presidente- che otto nostri associati abbiano coronato questo loro successo, saremo pronti a supportate tutti i nostri soci che vorranno predisporre la pratica».

Info web

Come diventare Maestro artigiano: https://www.confartigianatoimpresepadova.it/vuoi-diventare-maestro-artigiano/#gref

https://www.confartigianatoimpresepadova.it/tutto-quello-che-devi-sapere-per-diventare-maestro-artigiano/

Foto articolo d'archivio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maestri artigiani padovani: ecco gli otto imprenditori di Confartigianato Imprese Padova insigniti del titolo

PadovaOggi è in caricamento