menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricette e racconti di Chanukkà, il museo della Padova ebraica è su Telegram

Tutto è pronto per accendere “la luce di Chanukkà” o “festa della luce”. Il social network Telegram ospita un canale “MuseoPadovaEbraicaBot” dove si possono avere le ricette e ascoltare gli audio dei racconti legati alla festa

L’attesa è fatta di tanti piccoli gesti, così come la comunità cristiana si prepara al Natale, anche la comunità ebraica si avvicina alla festa di Chanukkà, o “festa della luce”, che accende e riscalda nei mesi più freddi dell’anno. Questo è un momento speciale dell’anno, in cui raccogliersi con i propri cari e riscoprire i gesti e le storie della tradizione.

Aprire i cassetti dei ricordi

La Comunità Ebraica di Padova ha deciso quest’anno di “aprire i cassetti” dei ricordi, e di condividere  i racconti di Chanukkà e le ricette della festa. Ed ecco che la tradizione si sposa con la modernità, perché lo strumento con cui si vuole raggiungere un pubblico più ampio e più giovane possibile è quello di Telegram. Il social network ospita un “canale” al quale ci si può liberamente iscrivere MuseoPadovaEbraicaBot”, e digitando le varie opzioni si possono avere le varie ricette di Chanukkà, oppure si possono ascoltare gli audio dei racconti legati alla festa. E così tra “Il pappagallino di nome Dreidel” (il racconto dell’ottava notte di Channukkà) e le frittelle di Patate o le schiacciatine di pollo e carciofi (piatti tipici della tradizione ebraica) si attende la festa cimentandosi anche in nuove “avventure” gastronomiche.

«Essere vicini pur restando lontani»

«Cercavamo un modo per coinvolgere le persone nei nostri tradizionali racconti – spiega Gina Cavalieri, vicepresidente della Comunità Ebraica di Padova – i social oggi ci offrono molti modi per essere vicini pur stando lontani, il nostro “Bot” su Telegram ci avvicina nell’attesa delle nostre feste più importanti, nonostante il periodo sia molto difficile per tutti, c’è sempre un modo per allontanare l’oscurità e farci sentire meno soli. Ma il Museo – continua Cavalieri - che purtroppo è chiuso a causa della pandemia, continua a lavorare».

Il corso per gli insegnati in vista del Giorno della Memoria 2021

Tra le molte attività la più rilevante è il corso riservato agli insegnanti in vista del Giorno della Memoria 2021, si tratta di tre approfondimenti (il 14 e il 21 dicembre e l’11 gennaio) in cui Gadi Luzzato, Gina Cavalieri e Giuliano Pisani spiegheranno il concetto di “memoria” e “responsabilità”. L’obiettivo è dare agli insegnanti gli strumenti giusti per spiegare agli allievi un tema delicato e profondo come quello della Shoah. I corsi sono gratuiti, e si svolgeranno con modalità a distanza, al termine delle lezioni sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Gli insegnanti possono chiedere l’accesso via mail: padovaebraica@coopculture.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento