social Brentelle / Via dei Colli, 28

Realtà virtuale, app e video: le novità da Esapolis si possono scoprire gratuitamente all'open day

L'ingresso agli eventi del 19 giugno è gratuito. I posti sono limitati nel rispetto delle normative anti-Covid. L'accesso al museo è consentito previa prenotazione telefonica obbligatoria al numero 049 8910189. Per info: segreteria@micromegamondo.com

Realtà virtuale, app e nuovi video per visite ancora più emozionanti pensate per grandi e bambini. Esapolis – il Museo degli insetti viventi di Padova, ha riaperto i battenti e, nei mesi di chiusura imposti dalla pandemia, ha rinnovato le sue attività grazie al progetto europeo MUS.NET. (MUSeum NETwork) finanziato dal programma Europa Creativa. Tante novità che potranno essere scoperte durante una giornata a ingresso gratuito sabato 19 giugno dalle 10 alle 17. L’evento, i nuovi strumenti e le attività per il pubblico sono stati presentati oggi dal presidente della Provincia di Padova Fabio Bui, dal vice presidente e consigliere delegato alle Politiche europee Vincenzo Gottardo e dal direttore di Esapolis Enzo Moretto.

I fondi europei per attvità concrete

«Ciò che ha fatto Esapolis – ha detto il presidente Bui è l’esempio di come si possano utilizzare i fondi europei per attività concrete, iniziative che si toccano con mano e che ci danno la possibilità di modernizzare i nostri Musei. I progetti richiedono anche una serie di adempimenti non facili da seguire e la Provincia di Padova da anni ha un ufficio che si occupa proprio di dare un supporto concreto ai Comuni, enti, istituzioni, associazioni e altre realtà sulle tante opportunità concesse dall’Unione europea. MusNet ha permesso di accedere ad ampie opportunità e ringrazio Esapolis e il suo direttore perché ha saputo coglierle e metterle a frutto».

Tre nuovi strumenti

Il 19 giugno i visitatori di Esapolis avranno a disposizione tre nuovi strumenti per sperimentare un diverso approccio alle collezioni di insetti viventi che hanno reso famoso il museo. Ci saranno quindi:

  • un video, realizzato dai partner di MusNet, che illustra la storia e le collezioni del museo così da far conoscere le varie attività sia di Esapolis, sia di tutti i musei appartenenti alla rete del progetto europeo;
  • un' app innovativa che, con modalità sensoriali ed emozionali, renderà i contenuti e le mostre di Esapolis accessibili anche a persone con disabilità, integrando la visita con immagini, video, commenti;
  • un nuovo Kids Corner, l’angolo dei bambini arricchito con il software di Disegna e Anima” che crea un luogo magico in cui la fantasia prende vita. I bambini (e non solo) si possono così immergere nella realtà virtuale delle figure da loro stessi disegnate che fluttuano in uno schermo in 3D. Disegna e Anima trasformerà i disegni in animali e personaggi che rappresentano i soggetti più iconici dei musei della rete. Il software riesce quindi a trasferire e connettere insieme una parte delle conoscenze che sono patrimonio degli altri musei del network MusNet.

Avvicinare le persone alla cultura

«L’open day di Esapolis – ha spiegato il consigliere Gottardo - sarà appunto l’occasione per toccare con mano cosa si può fare grazie ai contributi dell’Unione europea. Il progetto MusNet è stato infatti pensato da e per le istituzioni culturali europee che gestiscono musei di piccole dimensioni. L'obiettivo è quello di avvicinare le persone alla cultura, all’arte, alle tradizioni, facendo attività con loro, piuttosto che per loro e portandole a conoscere il nostro ricco patrimonio culturale attraverso un percorso esperenziale».

Il network

MUSeum NETwork è anche una rete di musei che, oltre a Esapolis, comprende la Butterfly Arc con la Casa delle Farfalle e il Bosco delle Fate di Montegrotto, il Museo di L?bork in Polonia, la Fondazione Santa Maria la Real del Patrimonio Histórico in Spagna e RIS Dvorec Raki?an in Slovenia. Sono tutte istituzioni culturali europee responsabili della gestione di musei di piccole dimensioni che custodiscono il patrimonio culturale del loro territorio e quindi la diversità culturale dell'Unione europea rappresentata dal motto "Uniti nella Diversità".

Le attività incluse in MusNet sono state, infine, realizzate nell'ottica dell'inclusività, in particolare nei confronti delle persone con disabilità visiva che, grazie al progetto, accederanno alle collezioni museali con maggiore facilità.

La collezione si arrichisce

« In questi mesi di chiusura forzata – ha concluso Enzo Moretto – non ci siamo fermati e abbiamo approfittato per arricchire la nostra collezione con nuovi dispositivi, grazie anche al progetto MusNet. Invito tutti a partecipare all’open day e a concepire i musei come luoghi da vivere».

L'open day

L’open day è il primo di quattro che si terranno a Padova fino ad aprile 2022 e nello stesso arco di tempo anche gli altri musei della rete faranno le loro aperture gratuite in una sorta di gemellaggio del network museale di MusNet.

L'ingresso agli eventi del 19 giugno è gratuito. I posti sono limitati nel rispetto delle normative anti-Covid. L'accesso al museo è consentito previa prenotazione telefonica obbligatoria al numero 049 8910189.

Per info: segreteria@micromegamondo.com

Foto da comunicato stampa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Realtà virtuale, app e video: le novità da Esapolis si possono scoprire gratuitamente all'open day

PadovaOggi è in caricamento