social

Nome dark, ma buone intenzioni: quasi completato il “Giro delle Streghe”

Il nome alquanto suggestivo deriva dalla presenza lungo il percorso di una croce pittoresca, che ha assunto il nome di "Albero delle Streghe"

Manca poco al completamento del percorso permanente di 13 km denominato “Giro delle Streghe” e realizzato dal Gpds Gruppo podistico donatori di sangue, con il patrocinio del Comune di Albignasego.

"Giro delle Streghe"

Si snoda lungo le vie cittadine, con partenza da piazza del Donatore fino ad arrivare in via Bellini e ritorno, e sarà segnalato da appositi cartelli che indicano il percorso, le tempistiche di percorrenza, la presenza delle fontanelle individuabili inquadrando con lo smartphone il QR code. Un percorso fruibile da tutti, misto tra asfalto e tratti sterrati, adatto sia per le corse che per le passeggiate. Il nome alquanto suggestivo deriva dalla presenza lungo il percorso di una croce pittoresca, che ha assunto il nome di "Albero delle Streghe". Si trova in via Bellini dove un tempo c’era un grande pioppo, ai cui rami erano stati appesi tutti i simboli della passione di Cristo, per allontanare - si narra - i raduni di streghe che avvenivano in quel luogo. Quando l’albero fu tagliato perché malato, venne sostituito con quella croce.

“10.000 passi in sicurezza”

Un altro percorso urbano, dalla lunghezza di 6,2 km, è già stato inaugurato venerdì 23 aprile: il circuito “10.000 passi in sicurezza”, proposto e realizzato da Padova Sport Club e Retrorunning.eu, si snoda dal parco di Sant’Agostino fino al parco di Mandriola, lungo strade poco trafficate e tratti ciclo-pedonali illuminati, consentendo alle persone di muoversi in sicurezza. Anche in questo caso il percorso è indicato da cartelli: alla partenza è possibile scaricare il tracciato tramite QR code. Diecimila passi rappresentano un numero indicativo di uno stile di vita attivo e teoricamente sano. «Ad Albignasego siamo stati dei precursori nel podismo e nelle passeggiate cittadine strutturate e sicure» dichiara il vicesindaco Gregori Bottin, con delega allo Sport.

Albignasego

Il 7 maggio del 2013 è stato inaugurato il primo Park City della Scuola italiana di nordic walking, che comprende quattro percorsi lungo le strade cittadine. Tre itinerari partono dalla piazza del Donatore con direzioni diverse: verso Carpanedo (km 6,0), San Lorenzo (km 4,2) e San Tommaso (km 4,2). Il quarto percorso parte invece dal piazzale più periferico del quartiere Mandriola (km 5,1). Dopo i percorsi abbiamo strutturato una manifestazione, la "2 Passi e 1 Corsa per Te", un allenamento collettivo con il quale ogni martedì sera da marzo ad ottobre si corre o cammina in compagnia». Le edizioni “2 passi e una corsa per te”, promosse con l’obiettivo della pratica motoria come promozione alla salute e della socializzazione, si sono via via sempre più popolate di appassionati walkers (camminatori) o runners (corridori), ma anche di persone che avevano finalmente l’occasione di camminare in gruppo, in compagnia e in sicurezza, evadendo dalla routine quotidiana e praticando una sana attività fisica. Sempre in sicurezza grazie al supporto dell’Associazione nazionale carabinieri. Temporaneamente sospese causa Covid, riprenderanno appena possibile: nel frattempo, però, in maniera autonoma corridori e camminatori possono utilizzare i numerosi percorsi strutturati

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nome dark, ma buone intenzioni: quasi completato il “Giro delle Streghe”

PadovaOggi è in caricamento