rotate-mobile
social

Università di Padova, Andrea Pennacchi è "Alumnus of the Year 2022"

Riconoscimenti anche a Valentina Sorgato, Alumna of the Year 2019, e ai 36 migliori laureati degli ultimi 3 anni accademici. La rettrice Daniela Mapelli: «Una comunità di quasi 44mila persone che rappresenta, nella sua straordinaria diversità di percorsi professionali, quella multidisciplinarietà che da otto secoli è uno dei nostri maggiori punti di forza»

Andrea Pennacchi, attore, drammaturgo e regista teatrale padovano che è stato studente e dottore di ricerca in Linguistica, filologia e letterature anglo-germaniche all’Università di Padova è Alumnus of the Year 2022.

Andrea Pennacchi

Quello di “Alumno dell’anno” è il più alto riconoscimento conferito a un laureato nell’Ateneo patavino, per il contributo e l’impatto dati nel testimoniare i valori dell’Università e per aver rappresentato nel proprio percorso personale e professionale la Patavina Libertas. Il premio gli sarà consegnato martedì 29 novembre nell’Aula Magna di Palazzo Bo nel corso degli “Alumni Awards”, l’evento annuale organizzato da Associazione Alumni dell’Università di Padova per celebrare le eccellenze dell’Ateneo e riunire l’ampia comunità degli Alumni patavini. Nel corso dell’appuntamento sarà premiata anche Valentina Sorgato, amministratrice delegata di Smau, che non aveva potuto ricevere il premio Alumna dell’anno 2019 a causa della pandemia. Ma saranno consegnati anche i Graduate Alumni Awards, i premi ai migliori neolaureati, e alcuni dei premi di laurea e di merito promossi dall’Associazione Alumni, come il “Premio Irma Battistuzzi” per laureati e laureate in Ostetricia, andato a Silvia Baldissera, e il “Premio di merito Maria Paola Belloni” per laureati delle scuole di Medicina e di Scienze, assegnato a Christian Barro.

Università

«Gli Alumni dell’Università di Padova - afferma la rettrice Daniela Mapelli - sono i nostri migliori ambasciatrici e ambasciatori nel mondo. Una comunità di quasi 44mila persone che rappresenta, nella sua straordinaria diversità di percorsi professionali, quella multidisciplinarietà che da otto secoli è uno dei nostri maggiori punti di forza. Storie diverse ma con un filo conduttore che le tiene saldamente unite: l’esperienza di studio, e aggiungo anche di vita, nell’Università di Padova». Aggiunge Gianni Dal Pozzo, presidente dell’Associazione Alumni dell’Ateneo patavino: «Dopo due anni, finalmente Alumni Awards torna in presenza e, per la prima volta, nella prestigiosa cornice dell’Aula Magna, cosa che ci riempie di orgoglio. Come Associazione puntiamo a valorizzare il grande patrimonio di talenti della nostra università. Anche attraverso i nostri premi di laurea e di studio, che assegniamo a laureati che si sono distinti per l’impatto sociale o il grado di innovazione dei loro progetti. In questo senso Andrea Pennacchi è un ottimo esempio, come artista poliedrico dotato di rara sensibilità e ironia, che nonostante la sua fama non ha mai dimenticato le sue radici e ritorna spesso nella casa della sua formazione, l’Università di Padova».

Alumni of the Year

Andrea Pennacchi è laureato in Lingue e letterature straniere moderne ed è Dottore di ricerca in Linguistica, Filologia e Letterature Anglo-Germaniche presso l’Ateneo di Padova. Teatrista dal 1993, il suo viaggio è iniziato col Teatro Popolare di Ricerca - Centro universitario teatrale di Padova. Si è formato come attore seguendo maestri come Eimuntas Nekrosius, Carlos Alsina, e Cesar Brie, Laura Curino e Gigi Dall’Aglio. Lavora per il cinema (con registi come Andrea Segre, Carlo Mazzacurati e Silvio Soldini) e per la televisione. Valentina Sorgato è laureata in Economia e Commercio nel 2001 con una tesi di laurea dal titolo "Sopravviverà Amazon.com?". Amministratore Delegato di SMAU, in cui è entrata nel 2008. Nel 2019 è stata inserita nella classifica di Forbes tra le 100 donne italiane di successo. Ha ricevuto il Premio Internazionale Standout Woman Award edizione 2019.

Il programma

L’evento, che si aprirà alle ore 17.30 (con accoglienza a partire dalle 17.00), sarà presentato da due Alumni: Domenico Lanzilotta, giornalista e imprenditore, co-founder della società di consulenza Blum e direttore di City Vision, e Lorenzo Maragoni, poeta, performer, attore e regista, ex docente di Scienze statistiche, campione del mondo 2022 di Poetry Slam. Nell’Aula Magna di Palazzo Bo, il pubblico sarà accompagnato in un racconto di storie memorabili di Alumni e Alumnae del passato e di coloro che nel presente si sono distinti per merito e carriera. A seguire il saluto della rettrice dell’Università di Padova Daniela Mapelli. Quindi la premiazione dei Graduate Alumni Awards, assegnati in base al merito e alla rapidità di conseguimento del titolo, ai migliori laureati magistrali e lauree a ciclo unico delle otto Scuole dell’Ateneo, a cui prenderà parte il Presidente dell’Associazione Alumni dell’Università di Padova Gianni Dal Pozzo. Per l’occasione saranno consegnati i premi per i laureati nel 2020-21, oltre che per gli anni accademici 2018-19 e 2019-20, le cui cerimonie di consegna erano saltate a causa della pandemia. Quindi la premiazione di Valentina Sorgato, Alumna of the Year 2019, seguito da un suo intervento ispirazionale sul tema dell’empowerment femminile. Alle 18.10 la consegna degli Alumni Awards di settore, con la partecipazione di Monica Fedeli, prorettrice con delega alla Terza missione e rapporti con il territorio dell’Università di Padova. Verrà consegnato il riconoscimento ai vincitori di alcune recenti edizioni che si sono concluse da poco. In particolare Silvia Baldissera, vincitrice della quinta edizione del Premio di laurea “Irma Battistuzzi”, neo laureata in Ostetricia a Padova che, come recita la motivazione del premio, «oltre a presentare un percorso di studi eccellente ha manifestato una propensione alle sfide nonché uno spirito di adattamento e una forte motivazione alla cooperazione». La vincitrice racconterà la sua esperienza di lavoro presso l’ospedale di Wolisso in Etiopia e sarà premiata alla presenza di Don Dante Carraro, direttore del CUAMM – Medici per l’Africa. Quindi la consegna del premio a Christian Barro, laureato in Medicina e chirurgia a Padova, vincitore della sesta edizione del Premio per merito “Maria Paola Belloni” «per l’elevata qualità, l’alto grado di innovatività e il carattere traslazionale delle sue ricerche, riguardanti la scoperta e l’introduzione in ambito clinico di biomarcatori innovativi per monitorare la progressione di malattie neurodegenerative e neurologiche».

Premi

Accanto a questi saranno ricordati i vincitori dei premi “Angelo Ferro”, per i migliori studi legati a Padova e al suo territorio, e il riconoscimento intitolato a “Elena Lucrezia Cornaro Piscopia” dell’Università di Padova, per studi sui temi di genere. Ma anche della terza edizione del premio “Luca Ometto” dedicato a innovazione e sostenibilità, e il Premio “Atena” riservato a studenti e studentesse meritevoli in condizioni di svantaggio economico per sostenere i loro studi universitari nelle discipline STEM. Quindi i più recenti premi “Tullio Levi-Civita” per tesi di dottorato in meccanica analitica, geometria differenziale o problemi variazionali, e “Pierluigi Manzoni” dedicato a temi del comparto assicurativo. Verrà poi presentato il nuovo premio “Deloitte Legal”, dedicato alla sostenibilità negli ambiti del diritto commerciale, internazionale, comunitario, che sarà consegnato per la prima volta nel 2023, e il premio “Giancarlo Zotti”, in via di pubblicazione, che sostiene la ricerca in ambito oncologico. Infine, alle 18.40, si terrà la premiazione dell’Alumnus of the Year 2022 Andrea Pennacchi, cui seguirà il discorso di accettazione dell’attore e regista. In chiusura, alle 19.30, un networking cocktail.

Associazione Alumni

L’Associazione Alumni dell’Università degli Studi di Padova nasce nel 2015 per volontà del Socio Fondatore, l’Università di Padova e del Socio Fondatore sostenitore, l’Associazione Amici dell’Università di Padova, con l’obiettivo di riunire e mantenere viva nel tempo la relazione fra il glorioso Ateneo patavino e tutti coloro che hanno compiuto i loro studi – in toto o in parte - a Padova. Possono aderire all’Associazione i laureati di ogni ordine e grado, ma anche coloro che si sono diplomati, specializzati, perfezionati, dottorati in una delle Scuola dell’Università di Padova. Ad oggi la community di Alumni nel mondo è stimata in 250mila persone, mentre l’associazione può contare su quasi 44mila iscritti al proprio portale web, dove sono presenti 250 storie e interviste ad Alumni e Alumnae nel mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università di Padova, Andrea Pennacchi è "Alumnus of the Year 2022"

PadovaOggi è in caricamento