rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
social Cadoneghe

Trenta giovani profughi dell’Ucraina inseriti nei gruppi della Polisportiva Camelot

L’auspicio è che tali attività consentano ai minori, provati dalla terribile esperienza della guerra, di vivere momenti di normalità, socializzando con gli altri e acquisendo competenze motorie specifiche in un ambiente sportivo accreditato dal Coni

Accogliere e integrare tramite lo sport i bambini e i ragazzi profughi dell’Ucraina sono gli obiettivi di un importante e significativo progetto varato a Cadoneghe dall’associazione Polisportiva Camelot assieme ai centri parrocchiali di Mejaniga (S. Antonino Presbitero e Martire di Apamea) e di Torre (San Michele Arcangelo) e in collaborazione con lo sportello Caritas di Mejaniga.

Iniziativa

È stata prevista una rete di servizi, con lo scopo di permettere ai giovani profughi, di età compresa tra i 6 e i 14 anni, di inserirsi nei gruppi già esistenti della polisportiva e partecipare alle attività dell’hockey su prato e della ginnastica artistica. Il progetto coinvolgerà 30 giovani (15 per disciplina). L’auspicio è che tali attività consentano ai minori, provati dalla terribile esperienza della guerra, di vivere momenti di normalità, socializzando con gli altri e acquisendo competenze motorie specifiche in un ambiente sportivo accreditato dal Coni. L’associazione Camelot condivide i contenuti della carta etica della Regione del Veneto, che riconosce lo sport e le attività motorie componenti fondamentali del processo di formazione e crescita della persona, nonché capaci di migliorare il benessere psicofisico e sviluppare l’integrazione e le relazioni sociali. Per i componenti del Consiglio direttivo di Camelot lavorare per promuovere la serenità, l’equilibrio e la soddisfazione delle bambine, dei bambini e degli adolescenti costituisce un caposaldo irrinunciabile per l’esistenza della stessa polisportiva. L’accordo per l’attuazione del progetto è stato siglato da Giuseppe Melato presidente di Camelot, don Mirco De Gaspari della Parrocchia di Mejaniga, don Giuseppe Tommasin della Parrocchia di Torre e da Ezio Malacrida della Caritas di Mejaniga. Allo scopo di accelerare l’attuazione del progetto, lo stesso è già stato comunicato al Prefetto di Padova, al Sindaco di Cadoneghe, alla Diocesi di Padova e alla Chiesa di Padova della Caritas. Le compagini dei giocatori di Hockey Prato Camelot debuttano domenica 10 aprile nel campionato Under 12 a Monfalcone (GO) e nell’attività promozionale Under 8 e Under 10 a Padova

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenta giovani profughi dell’Ucraina inseriti nei gruppi della Polisportiva Camelot

PadovaOggi è in caricamento