rotate-mobile
social Este

"Nuovi mondi, nuovi orizzonti": torna l'atteso appuntamento con Este in Fiore

L'amministrazione prepara da mesi l’accoglienza di oltre 150 espositori, esperti di eccellenza, che nella cornice del Castello Carrarese e tra le vie del Centro Storico della Città murata, porteranno ancor più prestigio all’edizione 2023, la ventesima nella storia della manifestazione

Este in Fiore torna, per la sua ventesima edizione, il weekend del 14, 15 e 16 aprile. "Nuovi mondi, nuovi orizzonti", questo il titolo della kermesse, vuole celebrare con il massimo slancio un traguardo prestigioso quale il ventennale della manifestazione, con l’invito a una nuova “esplorazione” oltre i confini, sperimentando il senso della meraviglia.  

Este in Fiore

«Il tema di Este in Fiore 2023 racchiude l’auspicio che la cura e l’attenzione per il mondo vegetale possano rappresentare non solo un rifugio temporaneo ma un ambiente permanente di comunione e condivisione per tutti gli individui. - spiega l’Assessore alla Cultura, agli Eventi e alle Grandi Manifestazioni Luigia Businarolo - La natura è un'infinita fonte di scoperta e meraviglia, in continua evoluzione e cambiamento. Esplorare nuovi mondi e nuovi orizzonti nella natura può essere un'esperienza entusiasmante e gratificante, ma anche un momento di riflessione e di rielaborazione, specialmente in un momento come quello che stiamo vivendo, caratterizzato da fenomeni climatici estremi che ci spiazzano e che spesso ci impediscono di instaurare con l’ambiente che ci circonda un rapporto sereno». La kermesse dedicata al florovivaismo di qualità - ma anche all’hobbismo, alla cultura e alla valorizzazione dell’enogastronomia locale - è gestita dal Comune di Este con l’obiettivo di curare da vicino il rapporto con gli espositori e il palinsesto dell’offerta culturale. 

Oltre 150 espositori

L’Amministrazione prepara da mesi l’accoglienza di oltre 150 espositori, esperti di eccellenza, che nella cornice del Castello Carrarese e tra le vie del Centro Storico della Città murata, porteranno ancor più prestigio all’edizione 2023, la ventesima nella storia della manifestazione.  Non si pensa solo ai fiori e alle piante, ma anche ai prodotti artigianali naturali e sostenibili di ogni genere: dalla cosmesi ai tessuti, dall’enogastronomia all’arredo, con un attento coinvolgimento del territorio.  «Vent’anni di Este in Fiore sono un importante anniversario, che vogliamo celebrare con un’edizione attenta all’innovazione, senza mai perdere di vista lo spirito legato alla salvaguardia dell’ambiente» commenta il Sindaco Matteo Pajola. «La kermesse rappresenta un vero e proprio volano per la valorizzazione del patrimonio culturale, storico e artistico della Città di Este, ma anche un’occasione fondamentale per l’economia cittadina. Nei tre giorni della manifestazione, le strutture ricettive della Città saranno al completo e i pubblici esercizi potranno beneficiare della numerosa presenza di espositori e visitatori».

Eventi

Oltre all’esposizione di fiori e piante di qualità, che ha reso celebre la manifestazione, saranno molti gli eventi collaterali collegati al tema dell’edizione: un ricco programma di appuntamenti che possa incontrare i gusti e le aspettative del pubblico atteso a Este. Aggiunge l'assessore Businarolo: «Ci sono molti modi per scoprire nuovi mondi nella natura e per la nostra città, Este in fiore rappresenta un momento privilegiato per questo incontro. Oltre al gradito ritorno di tanti florovivaisti specializzati, la XX edizione della nostra rassegna si caratterizza anche per un ricchissimo programma culturale. Vi saranno interessanti conversazioni con esperti di fama nazionale e internazionale, come il nostro ospite d’onore Michael Mariott, uno del più importanti esperti di rose a livello mondiale, il maestro giardiniere Carlo Pagani, e le conversazioni con gli autori Angela Zaffignani, Ettore Selli e Ferruccio Carassale, organizzate dall’Associazione Wigwam Giardini Storici Venezia, per citarne solo alcuni. Vi saranno tre importanti mostre: la prima curata dall’artista Monica Paulon, che, rivitalizzando le fibre naturali dà vita a meravigliose installazioni, la seconda curata dalla Pro Loco di Este, che ci farà scoprire il linguaggio segreto delle piante, e la terza curata dalla Fondazione IREA Morini Pedrina, che da più di cento anni si occupa con successo di inclusione nel nostro territorio.  Abbiamo accolto con entusiasmo anche la partecipazione di tante associazioni del territorio, che arricchiranno l’offerta culturale per tutte le generazioni con laboratori gratuiti e concerti. Sarà, infine, possibile visitare alcuni tesori storico-artistici della nostra città: oltre al Museo, al Palazzo Municipale e alle nostre torri, anche alcune realtà private come Villa Benvenuti e il palazzo e la biblioteca dello storico Gabinetto di Lettura di Este».

Logo

Per ricordare questa edizione l’immagine coordinata è stata affidata a un’artista che ci ha onorato della sua opera: Silvia Battaglini ha portato in Città la sua creatura. Giggia è un modo nuovo di guadare il mondo intorno a noi, è la personificazione del nostro tema 2023 “Nuovi mondi, nuovi orizzonti”. La sua “mamma” che si occupa di grafica, comunicazione e illustrazione botanica racconta: «Mi piace pensare che sia nata legata a delle emozioni, delle sensazioni, dei pensieri che in qualche modo volevano trovare una strada. A Giggia piace molto la natura e tutto quello che racchiude - foglie, fiori, semi, rami, frutti - e infatti la trovate spesso e volentieri in loro compagnia. Le piace anche la musica, la poesia, l'arte, la vita e l'estate. Di solito vive nel mondo virtuale, dal quale ogni tanto - per qualche bella occasione - esce». Edè per parlare di Este in Fiore che Giggia è uscita dai profili social e ha cominciato a curiosare con fare attento e provocatorio tra le vie della nostra Città.  

Presidente di giuria

Il grande lavoro di specializzazione di questa XX edizione non si ferma qui: a fare da Presidente di Giuria a Este arriva il dr. Moritz Mantero, presidente di Orticolario: «Da tessitore, non posso che plaudere a iniziative capaci di intrecciare esperienze e relazioni. La missione di chi promuove eventi dedicati a una maggiore conoscenza del grande mondo della natura è encomiabile e da incentivare, soprattutto se organizzati con competenza, professionalità e attenzione alla selezione degli espositori». Orticolario, giunto alla tredicesima edizione, è l'evento culturale dedicato a chi vive la natura come stile di vita. Teatro della manifestazione è il parco storico di Villa Erba a Cernobbio (CO), dimora ottocentesca affacciata sulle sponde del Lago di Como. Tratto distintivo dell’evento è la proposta di giardini tematici e installazioni artistiche ispirati al tema dell'anno, tra i quali spiccano le realizzazioni dei selezionati al concorso internazionale “Spazi Creativi”. 

Vincenzo Gottardo

A sottolineare l’impatto di una rassegna come la nostra è il passaggio rilasciato dal Vicepresidente della Provincia Vincenzo Gottardo: «Este in Fiore è letteralmente il “fiore all’occhiello” tra le manifestazioni primaverili del territorio, uno dei maggiori eventi a livello nazionale nell’ambito del vivaismo di qualità, del florovivaismo e dei prodotti tradizionali. Nella meravigliosa cornice estense, sullo sfondo del Castello Carrarese, un tripudio di colori, natura e bellezza attirerà, come ogni anno appassionati, turisti, operatori ed esperti del settore. Penso che sia un appuntamento irrinunciabile per gli amanti di fiori e piante, della loro bellezza, ma anche della loro storia e delle loro qualità curative».

Sergio Giordani

Conclude quindi il Presidente della Provincia Sergio Giordani che sottolinea: «Este in Fiore è certamente una delle manifestazioni più importanti del nostro territorio dedicate ai fiori, alle piante e a tutto il mondo che ruota loro attorno. Quest’anno è arrivata alla ventesima edizione a conferma di quanto oramai l’appuntamento al Castello di Este sia imperdibile per gli appassionati di tutta la Provincia e anche oltre. La passione per la natura, le piante e i fiori, cresce di anno in anno di pari passo con la consapevolezza, sempre più diffusa, della necessità di vivere in un ambiente in sintonia con la natura, con i suoi ritmi. Le piante nelle nostre case, cosi come nelle terrazze e nei giardini, ci restituiscono serenità e pace. Parallelamente non dobbiamo trascurare l’indotto economico che la manifestazione ha sia per la città di Este che per i tanti operatori del settore, vivai, fioristi, e aziende artigiane legate al settore che qui trovano una vetrina prestigiosa e qualificata per i loro prodotti. Saranno tre giorni, come dice il titolo della manifestazione di quest’anno, che aprono “nuovi mondi e nuovi orizzonti” perché fiori e piante non smettono mai di stupire offrire nuove opportunità».

Info

Non resta quindi che ricordare che l’ingresso a Este in Fiore è gratuito così come la partecipazione alla maggior parte dei workshop e conferenze che l’Amministrazione offre ai visitatori e amanti di tanta bellezza. Orari: Venerdì 14 aprile, dalle 16 alle 19:30, Giardini del Castello; Sabato 15 aprile, dalle 8:30 alle 19:30, Giardini del Castello; Domenica 16 aprile, dalle 8:30 alle 19:30, Giardini del Castello e Centro Storico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nuovi mondi, nuovi orizzonti": torna l'atteso appuntamento con Este in Fiore

PadovaOggi è in caricamento