social Albignasego / Via Giovanni Verga, 1

Bici elettrica, buoni spesa e sostegno alle scuole: con il riciclo delle penne si può ottenere molto all'Ipercity

Dal 27 settembre il progetto "Ri-scriviamo il futuro" mette al centro la sostenibilità. Fino al 17 ottobre si possono portare al centro commerciale le penne esaurite e si potrà assegnare un punto a una scuola del territorio. Le tre scuole più votate riceveranno una donazione per l’acquisto di materiale didattico. Nel contempo, tutti i “donatori” parteciperanno all’estrazione di una bici elettrica e di buoni spesa

Dal 27 settembre prenderà il via a Padova, al Centro Commerciale Ipercity, un progetto dedicato al riciclo delle penne, a sostegno delle scuole del territorio. Un oggetto quotidiano, di uso comune, che raramente viene riciclato, la penna diventa sia fonte di materiale per nuovi oggetti, sia simbolo di una buona pratica.

I numeri

Si stima che ogni anno solo in Italia ne vengano vendute circa 280 milioni, mediamente 5 per ogni abitante: un numero la cui grandezza spinge a riflettere sull’opportunità che anche l’oggetto più piccolo sia riciclato con cura. Non tutti sanno infatti che le penne, non essendo considerate tecnicamente imballaggi ed essendo composte da materiali diversi, spesso vengono gettate nel secco e non vengono riciclate.

L'iniziativa

Il Centro Commerciale Ipercity, ancora una volta, ha deciso di attivarsi a sostegno dell’ambiente e delle realtà del territorio con il progetto “Ri-scriviamo il futuro”, facendo al contempo cultura sul riuso e il riciclo degli oggetti, coinvolgendo attivamente i suoi clienti.

Una grande urna trasparente, collocata all’ingresso del Centro fino al 17 ottobre, permetterà di raccogliere le penne esaurite che saranno poi riciclate: per ogni penna o pennarello consegnati, le persone potranno assegnare un punto ad una scuola del territorio. Le tre scuole più votate riceveranno una donazione per l’acquisto di materiale didattico, per un valore totale di 3mila euro .

Al contempo, tutti i “donatori” parteciperanno all’estrazione di una bici elettrica e di buoni spesa.

«Nuova vita ai materiali»

«Si sta delineando una linea di demarcazione rispetto al passato e un cambio di mentalità necessario per tutelare l’ambiente, e noi, come azienda e come punto d’incontro di collettività, dobbiamo rivestire un ruolo di primo piano all’interno di questo nuovo senso di responsabilitàafferma Serena Galvan, Direttrice del Centro Commerciale Ipercity.In aggiunta, questo progetto ci permette di sostenere le scuole del nostro territorio, un altro settore duramente colpito dalla pandemia e il luogo in cui i nostri giovani crescono e formano questa sensibilità verso il riciclo e verso l’ambiente in cui viviamo e dove possono letteralmente capire come ci si possa innamorare del dare nuova vita ai materiali. Noi ad Ipercity l’abbiamo visto e sperimentato anche a luglio, con la mostra di Jane Perkins, artista strepitosa che ricrea opere conosciute tramite il riutilizzo di oggetti, come il rifiuto possa essere una risorsa che può riprendere vita trasformandosi, generando valore. Per cui ancora una volta, in linea con quello che è ormai il nostro motto, l’idea è quella di “fare del bene insieme”».

Ulteriori dettagli

Il progetto sottolinea la necessità sempre più urgente di scegliere quotidianamente buone pratiche: anche un piccolo oggetto come una penna, se riciclato, consente di fare la differenza e di limitare l’impatto ambientale.

Il regolamento completo dell’iniziativa è disponibile al sito www.ipercity.it

Foto articolo da comunicato strampa

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bici elettrica, buoni spesa e sostegno alle scuole: con il riciclo delle penne si può ottenere molto all'Ipercity

PadovaOggi è in caricamento