menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La denuncia: "Degrado e pareti scrostate nell'Ossario Caduti del Cimitero di Torre"

Riportiamo e pubblichiamo la denuncia del comitato ambientalista Anima Critica

Riportiamo e pubblichiamo la denuncia del comitato ambientalista Anima Critica:

Padova (Cimitero di Torre) Via Don Giovanni Minzoni

Dai documenti d'epoca, nella parrocchia di Pontevigodarzere, risulta cosi annotato della tragedia risalente alla Seconda guerra mondiale (il bombardamento del 12 Aprile 1945 provocò 52 vittime civili ed una trentina di feriti):

"I primi bombardamenti di Padova anziché terrorizzare la nostra popolazione avevano vista aumentata la nostra famiglia. Molti dell'Arcella, infatti, si rifugiarono nella nostra riviera".

LE INCURSIONI

Nella Provincia di Padova fu riserbato proprio a Pontevigodarzere il doloroso primato. Col 30 Agosto 1944, data della prima incursione sul ponte della ferrovia, incominciò ufficialmente il nostro martirio.

"L'avvisaglia della burrasca incombente sembrò esser data il giorno innanzi 11-4-1945, quando stormi di bombardieri si susseguirono a scaricar centinaia e centinaia di bombe a scoppio ritardato.Sorse purtroppo l'alba del 12,sinistramente accompagnata dagli scoppi delle bombe sganciate il giorno innanzi..."

"....Già da S.Carlo la zona nostra appariva spaventosamente oppressa da una nube di morte...ogni casa,ogni zona una scena nuova ma fatta sempre dello stesso dolore.Visioni raccapriccianti di corpi dilaniati,gemiti d'infelici,invocazioni pietose,abracci di di un affetto ineffabile. Chi ha vissuto quelle ore ed è passato attraverso al mare di dolore non dimenticherà mai più...."

Quest'anno ricorre il 72 Anniversario del brutale bombardamento che sconvolse il territorio di Pontevigodarzere e che vide in prima fila nel "soccorso morale e fisico" alla famiglie degli eroi colpite dalla immane tragedia il famoso ed eroico Arciprete Don Nicolò Antonio Finco (l'indimenticato pastore primo parroco di Pontevigodarzere e fondatore storico della parrocchia, scomparso il 13 febbraio 1946).

DEGRADO INAMMISSIBILE

La costruzione di una edicola funeraria e ossario Caduti nel Cimitero di Torre (progetto approvato in data 17 febbraio 1958), data in concessione alla  chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Pontevigodarzere, versa da molti anni in totale degrado ed abbandono per mancata manutenzione. Una vergogna inammissibile.

Nelle foto è possibile ravvisare le pareti scrostate ed i pezzi d'intonaco che, sbriciolandosi per l'umidità, cadono in testa all'altare del sepolcro del sant'uomo Arciprete Don Nicolò Antonio Finco, degradando l'intero ossario Caduti di Pontevigodarzere.

Le spoglie dei nostri "eroi" non possono essere cosi oltraggiate dall'incuria ed indifferenza perpetua delle Istituzioni.

Si deve intervenire al più presto per ristabilire il sacrosanto rispetto dovuto ad un luogo della memoria storico, così importante anche come simbolo e monito contro la follia delle guerre. Non è più il tempo del rimpallo delle responsabilità. Chi ha il dovere morale e giuridico per ridare dignità, pace e giusto riposo a quegli eroi silenziosi che nel 1945 furono barbaramente uccisi dalle bombe della guerra...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento