rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Segnalazioni Fiera / Via del Pescarotto

Rifiuti, degrado e spaccio in zona Stanga, l'Ascom: "Intervengano le autorità"

Ascom Padova invoca l'aiuto alle autorità e delle forze dell'ordine per contrastare il crescente degrado che colpisce l'area tra Parco Europa e il Fiore di Botta soprattutto di notte

Ecco l'appello lanciato dall'Ascom Padova:

All’Aps è stato segnalato più volte, ma non è successo nulla. Eppure, puntualmente ogni notte, i cassonetti posti nei pressi dell’hotel B&B in via del Pescarotto vengono svuotati e il loro contenuto disseminato tutt'attorno. “Un gran brutto biglietto da visita - mettono in risalto all’Ascom - non solo per l’hotel ma per l’intera città”.

Una zona sempre più abbandonata

Un problema che, a dire il vero, se è così evidente ed eclatante in via del Pescarotto, fa comunque il paio con ciò che avviene a poca distanza nello spazio compreso tra via Venezia e il Fiore di Botta, “fiore” all’occhiello dell'università circondato però da un degrado che sembra interessare sempre più anche l’adiacente Parco Europa, privato da qualche tempo del presidio che svolgevano gli uffici dell’assessorato all’ambiente, oggi chiusi.

I disagi per le strutture della zona

“Forse è perché chi transita in via Venezia non nota ciò che c’è al di là delle barriere di cantiere - mette in risalto Giorgio Boaretto, consigliere di Federalberghi Ascom Confcommercio Padova e titolare del Best Western Hotel Galileo - ma basta salire di un piano nel nostro hotel per rendersi conto (e se ne rendono conto, purtroppo, anche i nostri clienti) che la zona che va fino al Fiore di Botta meriterebbe ben altre attenzioni da parte delle istituzioni, se non altro perché, in quell’area, sono migliaia gli studenti che ogni giorno si trovano a transitare”.

Più controlli

Le stesse attenzioni, confermano all’Ascom, che meriterebbe anche il Parco Europa, sempre meno frequentato da cittadini desiderosi di relax e vita all’aria aperta e, per contro, sempre più territorio franco per spacciatori e personaggi poco raccomandabili. “Abbiamo apprezzato - è il commento di chiusura del presidente dell’Ascom, Patrizio Bertin - l’impegno dell’amministrazione per una maggiore presenza della polizia locale all’Arcella. Una presenza che si nota e che certamente funge da deterrente, per cui riteniamo che anche il Parco Europa e l’area adiacente dovrebbero poter godere di una presenza del tipo in grado di riportare fruibilità in un’area che, adesso come adesso, rischia di diventare un 'non luogo' proprio perché la sicurezza ne fa difetto”. In attesa di vedere in campo le forze dell’ordine, all’Ascom sperano, se non altro, di vedere i mezzi dell’Aps eliminare le brutture che, ogni mattina, i passanti sono costretti a vedere.

Ascom Padova

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, degrado e spaccio in zona Stanga, l'Ascom: "Intervengano le autorità"

PadovaOggi è in caricamento