rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
social Rubano

Un risultato storico: Le Calandre nella top 10 dei migliori 50 ristoranti al mondo

Nella prestigiosa classifica dei World's 50 Best Restaurant Le Calandre di Rubano, guidato dallo chef Massimiliano Alajmo, si piazza al decimo posto, guadagnando 16 posizioni rispetto al 2021

The World's 50 Best Restaurants, sponsorizzato da S.Pellegrino & Acqua Panna, ha nominato il Geranium di Copenaghen, guidato dallo chef Rasmus Kofoed e dal sommelier Søren Ledet, The World's Best Restaurant 2022.

Top ten per Le Calandre

Insieme alla proclamazione del Geranium, svelata in diretta durante la cerimonia tenutasi presso lo storico Old Billingsgate di Londra e condotta dal famoso attore e gourmet Stanley Tucci, è stata anche annunciata la classifica dei 50 migliori ristoranti del mondo 2022, che premia l'eccellenza gastronomica di 24 paesi presenti in cinque continenti, con 12 ristoranti al loro debutto in classifica. Sei i ristoranti italiani tra le prime 50 posizioni, di cui 2 nella top ten: il Lido 84, il ristorante di Gardone Riviera (Brescia), guidato dallo chef Riccardo Camanini, conquista la posizione più alta salendo alla n.8 (nel 2021 si è classificato al n.15). Al decimo posto Le Calandre di Rubano (Padova), guidato dallo chef Massimiliano Alajmo, guadagna 16 posizioni dal 2021. Il ristorante Uliassi di Senigallia, dello chef tre stelle Michelin Mauro Uliassi, si classifica al n. 12, scalando 40 posizioni dal 2021 e si aggiudica il premio Highest New Entry, sponsorizzato da Aspire Lifestyles. La Posizione n.15 va al Reale di Castel di Sangro (L’Aquila), il ristorante dello chef Niko Romito, mentre il Piazza Duomo di Alba (Cuneo), guidato dallo chef Enrico Crippa, va al n.19. Alla posizione 29 il St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina a San Cassiano dello chef Norbert Niederkofler (nel 2021 si era posizionato 54°).

Zaia

«Il ristorante di Rubano si dimostra un presidio identitario, un biglietto da visita, un ambasciatore dei nostri territori. Un monumento di valenza nazionale che oggi si conferma un luogo iconico del Veneto, terra in cui si mangia e si beve bene e che grazie a questo riconoscimento ci permette di sottolineare la grande storia della ristorazione e dell’ospitalità veneta». Lo dice il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, salutando l’importante riconoscimento ottenuto da parte del ristorante “Le Calandre” dello chef Massimiliano Alajmo, unico veneto con tre stelle Michelin da vent’anni e che oggi conquista la decima posizione al mondo, guadagnandone 16 in un anno, nella classifica 50 Best Restaurant, edizione numero venti.

“Leggere il nome de Le Calandre nella top ten è la dimostrazione dell’impegno, del lavoro, della passione, della ricerca, del dinamismo e della creatività degli Alajmo e dei loro valenti collaboratori – prosegue il Governatore -. Complimenti per questo risultato eccezionale che proietta questo gotha della ristorazione e l’immagine del Veneto a livello mondiale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un risultato storico: Le Calandre nella top 10 dei migliori 50 ristoranti al mondo

PadovaOggi è in caricamento