rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
publisher partner

Industria 4.0 e Smart Manufactoring

Scopriamo insieme il prossimo futuro del settore metalmeccanico

Una nuova rivoluzione industriale, contraddistinta da integrazione e connessione tra sistemi digitali (software) e fisici (macchinari di produzione e prodotti): è questo l’avvento dell’Industria 4.0. In questo contesto, quando parliamo di questo processo relativamente al settore metalmeccanico, facciamo riferimento a un insieme di tecnologie interconnesse che vanno a supportare l’intero processo produttivo di un’impresa. I nuovi sistemi digitali stanno progressivamente affiancando e - in parte - sostituendo le tradizionali strutture di produzione, gettando le basi verso quella che definiamo la “Metalmeccanica 4.0”: un'evoluzione graduale ed incrementale. Tutto questo è Smart Manufactoring.

Le previsioni per il prossimo futuro

La nascita delle cosiddette Smart Factories (Fabbriche Intelligenti) porterà in un prossimo futuro all'automatizzazione dei processi produttivi grazie all'adozione di tecnologie informatiche digitali. Tutto ciò porterà ad una drastica riduzione dei tempi di produzione e conferirà alle aziende la capacità di adattarsi a rapidi cambiamenti di progettazione. Infine vi sarà un notevole incremento di investimenti in competenze e figure professionali in grado di concretizzare il nuovo potenziale tecnologico. 

Metalmeccanica: un universo di opportunità

In un periodo storico come quello attuale, in cui il mondo del lavoro pare non offrire certezza alcuna, investire per il proprio futuro in una carriera nel settore Metalmeccanico è una scommessa vinta in partenza: un comparto solido, in cui non c’è alcun rischio di esuberi, e che offre una costante formazione in un ambiente ricco di stimoli. La metalmeccanica è un universo di possibilità. 

Metalmeccanica: la situazione attuale

Il settore Metalmeccanico vive in questo momento un periodo problematico dovuto alla difficoltà di reperimento di figure professionali specializzate. Secondo i dati diffusi da Excelsior, il sistema informativo per l’occupazione e la formazione di Unioncamere, a giugno erano 500 le figure professionali mancanti nel settore, con una difficoltà di reperimento del 63,5%.   

“Si tratta di dati allarmanti che raccontano una situazione che prosegue ormai da molto tempo e alla quale stiamo cercando di trovare una soluzione – spiega Federico Boin, Presidente del Sistema di categoria Meccanica di Confartigianato Imprese Padova. Il nostro obiettivo è raccontare ai giovani quale sia il valore aggiunto di un impiego nella metalmeccanica artigiana”.  

Da questa considerazione è nato un video che in questi giorni l’associazione ha lanciato sui suoi canali social. “Volevamo trasmettere ai ragazzi la nostra passione per questo lavoro – prosegue Boin-, che portiamo avanti ogni giorno, in ambienti stimolanti, dove non si finisce mai di imparare, circondati da tecnologia all’avanguardia, in luoghi dove opportunità e soddisfazioni sono a portata di mano. Nelle nostre aziende, i collaboratori non sono semplici numeri di matricola, ma risorse fondamentali per realizzare un proficuo gioco di squadra. I giovani che entrano a far parte dei nostri team sono formati con grande attenzione e con la consapevolezza che saranno proprio loro il futuro della metalmeccanica 4.0”. Il video è stato realizzato nell’ambito del progetto Ebav “Orientarti: scopri l’artigianato del futuro. Edizione metalmeccanica”.  


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PadovaOggi è in caricamento