lavoro

Azienda padovana premia i dipendenti che fanno figli: boom di nascite

A ogni dipendente della Eurointerim – sia fisso sia somministrato – viene riconosciuta una mensilità in più alla nascita di un figlio. L’incentivo ha portato a un aumento del 30% delle nascite

Un’agenzia per il lavoro a Padova ha stanziato fondi per favorire la natalità tra i propri dipendenti e questo ha portato a un più 30% delle nascite.

Ad ogni dipendente della Eurointerim spa, sia fisso che controllato, alla nascita di un figlio è stata riconosciuta circa una mensilità in più. L’incentivo di welfare aziendale, caso unico in Italia, sembra aver dato risultati più che soddisfacenti. Se tra gli oltre settemila lavoratori nel 2017 si erano registrati 35 fiocchi tra rosa ed azzurri, nel 2018 le nascite nelle famiglie dei lavoratori Eurointerim sono salite a 44 e nei primi tre mesi del 2019 sono stati già 13 i bebè che vanno ad aumentare i nuovi nati direttamente o indirettamente collegabili all’Agenzia per il Lavoro leader a Nord Est.

Una mensilità in più per ogni nuova nascita

"Si tratta di un aumento di circa il 30% delle nascite tra il periodo pre incentivo e il periodo post annuncio del provvedimento che abbiamo iniziato ad elargire con un fondo iniziale di 50 mila euro, ampiamente utilizzato e che rifinanziamo molto volentieri anche in sede di bilancio consolidato", ha spiegato Luigi Sposato, presidente del Consiglio di amministrazione di Eurointerim Spa. "Certamente non è solo la mensilità extra (comprensiva di trattamenti previdenziali accessori) a rendere più disponibili i nostri collaboratori nello scommettere sul futuro, però siamo certi che aver comunicato in maniera fattuale e quasi tangibile che la nostra azienda accoglie, ed anzi incentiva, le nuove maternità e paternità, ha spronato i nostri collaboratori ad avere più fiducia nel futuro. Noi siamo d’altro canto una realtà in cui c’è una grande attenzione verso il benessere aziendale e questa operazione del 'bonus bebè' è solo una delle molte facilitazioni che riserviamo in particolare alle donne che lavorano per Eurointerim". Un dato, quello del +30%, estrapolato dalle domande di assegni familiari sul monte ore lavorate tra i dipendenti diretti e quelli somministrati con le varie forme di lavoro con cui Eurointerim Spa collabora con 1200 aziende partner. "Quanto abbia inciso questo incentivo lo indagheremo con una borsa di studio per una tesi di laurea ad hoc sul nostro caso aziendale - annuncia Luigi Sposato - rimane la grande soddisfazione di poter davvero dire che la nostra famiglia si è letteralmente allargata".

La festa

Sabato 25 maggio, nella sede di viale dell'Industria a Padova, ci sarà la consegna sul territorio degli assegni ai neogenitori e una festa per con tutti i bimbi e i genitori che hanno beneficiato del bonus. Da giugno 2018 il premio di una mensilità circa (oltre ai contributi) è stato consegnato a 31 mamme e/o papà.

"La conciliazione tra vita lavorativa e vita familiare è una tematica cara alla nostra azienda da sempre attenta alle persone e alla valorizzazione delle risorse umane - ha aggiunto Sposato - Sono molte le iniziative realizzate e in cantiere che mirano a favorire il benessere fisico e mentale dei lavoratori, ma anche la loro produttività, i rapporti sociali, l’inclusione e le pari opportunità". 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
PadovaOggi è in caricamento